Varese, urla e botte ai bambini dell'asilo: indagate la titolare e una maestra

Varese, urla e botte ai bambini dell'asilo: indagate la titolare e una maestra
Varese, urla e botte ai bambini dell'asilo: indagate la titolare e una maestra
2 Minuti di Lettura
Giovedì 23 Giugno 2022, 16:44 - Ultimo aggiornamento: 18:33

Un clima di paura e soggezione quello che i bambini di un asilo respiravano ogni mattina, quando salutavano i genitori per fare ingresso nella struttura dove le maestre avrebbero dovuto accudirli, coccolarli, insegnare loro a giocare e crescere.

Pavia, bambini maltrattati all'asilo nido: quattro indagate

La giornata dei piccoli, invece, si trasformava in ore di terrore, urla e percosse proprio da parte di coloro che dovevano invece averne cura. Per questo motivo, per decisione del giudice per le indagini preliminari di Varese, la direttrice di un asilo di una cittadina in provincia e una delle sue maestre, sono state sottoposte alla misura cautelare di divieto di avvicinamento al comune dove ha sede la struttura.

La decisione è arrivata all'esito delle indagini dei carabinieri, coordinate dalla Procura della Repubblica della città lombarda. E' stato il pianto inconsueto, eccessivo e apparentemente senza spiegazione di più di un bambino, ad allarmare i genitori dei piccoli che frequentano l'asilo, a far partire le prime segnalazioni. Una volta formalizzate le denunce, le indagini dei militari della Compagnia di Varese sono iniziate immediatamente, per ricostruire quanto accadeva all'interno della scuola materna. Sono state utilizzate intercettazioni ambientali e telecamere con le quali gli investigatori hanno dato forma alle paure dei genitori dei bambini e le hanno documentate. Da qui la relazione alla Procura che ha chiesto per la direttrice e la maestre l'emissione di misure cautelari.

A quanto emerso, in quelle aule il gioco era bruscamente interrotto da grida, male parole, violenti strattoni e anche qualche schiaffo, senza alcuna giustificazione. I piccoli sono stati ripresi dalle telecamere e registrati dalle microspie mentre piangevano ed erano rimproverati in malo modo, nonostante fossero visibilmente spaventati dal clima e dalle urla delle due. Per entrambe le donne, di età compresa tra i 30 ei 40 anni, è scattata la sospensione dal lavoro oltre all'impossibilità di avvicinarsi alla cittadina del Varesotto in cui ha sede l'asilo. L'accusa è maltrattamenti su minori. Ulteriori approfondimenti saranno effettuati per cristallizzare eventuali altri episodi sfuggiti alle prime denunce che hanno avviato l'inchiesta e che hanno portato ai due provvedimenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA