Sparano con la pistola vicino a una scuola e aggrediscono i carabinieri, denunciati due minorenni

I colpi esplosi a salve hanno scatenato l'allarme, i due adolescenti hanno poi cercato di sfuggire all'arresto

Sparano con la pistola vicino a una scuola e aggrediscono i carabinieri, denunciati due minorenni
Sparano con la pistola vicino a una scuola e aggrediscono i carabinieri, denunciati due minorenni
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 10 Novembre 2021, 15:47

Avevano voluto simulare una sorta di assalto nei pressi di una scuola, sparando alcuni colpi di pistola a salve. Dopo aver scatenato l'allarme, due minorenni sono stati fermati dai carabinieri a Giussano (Monza). È accaduto la sera di lunedì scorso: i due adolescenti, di 16 e 17 anni, hanno anche aggredito i militari nel tentativo di sfuggire all'arresto.

Leggi anche > Navigli tra risse e alcol, residenti esasperati: «Siamo sotto assedio»

Da una prima ricostruzione i due minorenni, insieme ad altri coetanei, si erano ritrovati per una «serata goliardica», culminata con la decisione di simulare una sparatoria. Secondo il racconto di alcuni testimoni, uno di loro ha estratto l'arma dai pantaloni e ha sparato mirando al cielo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, arrivati nel pieno del fuggi fuggi generale. Due i giovani bloccati sul posto, entrambi residenti a Carate Brianza (Monza), nonostante abbiano reagito aggredendo i carabinieri per tentare di farla franca. Uno dei due aveva addosso ancora un colpo da 8mm inesploso e 33 grammi di hashish, mentre il secondo a sua volta aveva un altro proiettile.

Dagli accertamenti effettuati la mattina successiva, in una siepe i carabinieri hanno trovato una scatola di proiettili, evidentemente lanciati nel verde poco prima dell'arrivo dei carabinieri. I due minorenni, oltre che la segnalazione per detenzione di droga ai fini di spaccio per uno dei due, sono stati denunciati per procurato allarme e resistenza a pubblico ufficiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA