Milano: morta l'anziana accoltellata dal genero in via Lambruschini

Lunedì 23 Novembre 2020

È morta a Milano l'anziana di 92 anni che ieri mattina è stata accoltellata, assieme alla figlia di 62 anni,  dal genero Giuseppe Bianco in un appartamento di via Lambruschini. L'anziana era stata ricoverata all'Ospedale San Carlo, poiché aveva ricevuto oltre 20 coltellate al torace e all'addome ma per lei non c'è stato nulla da fare. Restano invece stabili le condizioni della figlia, ricoverata al Niguarda per diverse coltellate ricevute al busto, alcune delle quali profonde.

 Migkiorano invece le condizioni della figlia, 62 anni: ha lasciato la terapia intensiva dell'ospedale Niguarda ed è stata trasferita in un reparto di degenza.

Bianco, 66 anni, operaio in pensione, si trova invece nel carcere di San Vittore e domani dovrebbe tenersi l'udenzia di convalida del fermo. I fatti sono accaduti ieri mattina, attorno alle 6, quando il 66enne ha tentato di uccidere con un coltello la moglie convivente di 62 anni, archivista della Rai, e la suocera, che oggi è deceduta, provando infine a togliersi la vita. L'uomo si è scagliato contro le due donne, colpendo la suocera con oltre 20 coltellate al torace e all'addome per poi accanirsi con la moglie e anche con il gatto domestico. Ancora non è chiaro il motivo del gesto. Le indagini sono affidate Nucleo Operativo Milano Porta Magenta che ieri ha sequestrato l'appartamento i vestiti dei coinvolti. La coppia non aveva figli. 

Ultimo aggiornamento: 21:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA