Milano, lo scherzo telefonico idiota: «Ho sparato a un amico». Quindicenne denunciato dai carabinieri

Mercoledì 20 Gennaio 2021
«Ho sparato a un amico», ma è uno scherzo telefonico: 15enne denunciato dai carabinieri

«Ho sparato a un amico», avrebbe detto un ragazzo di 15 anni ai Carabinieri, ma il suo era uno scherzo telefonico. Le parole, anche se false, lo hanno fatto finire comunque nei guai e gli sono costate una denuncia per procurato allarme. Nello scherzo telefonico diceva di aver sparato a un amico a Cernusco sul Naviglio (Milano). I militari della stazione locale avevano ricevuto la chiamata nel pomeriggio del 18 gennaio.

 

Leggi anche > Covid, parla Miozzo coordinatore del Cts: «A fine primavera inizieremo a respirare»

 

La telefonata

La persona al telefono, che si era presentata come militare e che non aveva detto chi era, ha raccontato di aver sparato alla gamba di un ragazzo nei pressi della fermata della metropolitana. Subito dopo aveva interrotto la conversazione. Una volta sul posto i militari non avevano trovato nessun segno dell'episodio, ma hanno scoperto che la chiamata era partita da una cabina telefonica installata all'esterno della stazione della metro.

 

La denuncia

Grazie alle immagini di videosorveglianza sono riusciti a identificare l'autore della segnalazione in un 15enne del posto, riconosciuto dai carabinieri. Ieri la Procura per i Minorenni ha emesso il provvedimento nei confronti del ragazzo.

Ultimo aggiornamento: 15:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA