Milano, molesta una donna sul tram: pestato da banda di ragazzini

Venerdì 8 Aprile 2022 di Giammarco Oberto

La logica dea baby gang è sempre la stessa: attaccare la preda in gruppo. Ma questa volta non per rapinare un cellulare o una felpa a un coetaneo. Questa volta per soccorrere una donna aggredita da un molestatore sessuale. È accaduto mercoledì sera, intorno alle 19, sul tram 15, che da Rozzano arriva al centro di Milano.

Il gruppo di ragazzini - una mezza dozzina - era già a bordo quando alla fermata di viale Liguria sono saliti una donna di 34 anni e un marocchino di 33. L’uomo aveva già cominciato a importunarla alla fermata, e ha continuato sul tram: le ha sbottonato il cappotto e palpato un seno. La donna ha urlato, e gli adolescenti sono intervenuti immediatamente in suo soccorso: hanno circondato lo squilibrato e lo hanno colpito con calci e pugni. Il guidatore ha subito fermato la corsa del tram, aperto le porte e dato l’allarme al 112, segnalando l’aggressione a bordo. Una pattuglia dei carabinieri si è fiocinata ad intercettare il mezzo Atm.

All’arrivo dei militari, il gruppo di giovanissimi si era già dileguato. C’era ancora il marocchino, con evidenti ematomi ed escoriazioni al volto. La donna aggredita ha raccontato quello che era successo. E negli stessi minuti una seconda donna ha avvicinato i carabinieri raccontando che poco prima delle 19, sua figlia e una sua amica, entrambe 17enni, erano state importunate dallo stesso uomo all’esterno di un supermercato Pam, proprio nelle vicinanze di via Liguria: le aveva importunate con frasi oscene e messo anche le mani addosso. Il marocchino, senza fissa dimora e con piccoli precedenti, è stato portato in codice verde all’Humanitas di Rozzano, poi a San Vittore. L’accusa: violenza sessuale.

Ultimo aggiornamento: 19:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA