Tre incidenti in tre giorni, allarme monopattini

Lunedì 20 Luglio 2020 di Giammarco Oberto

Anche i monopattini irrompono nei bollettini degli incidenti stradali delle notti della movida. Alle cinque del mattino di ieri un ragazzo di 23 anni ha perso il controllo del mezzo elettrico ed ha battuto la testa sull’asfalto, restando esanime a terra. Il 118 ha subito inviato un’ambulanza in via De Cristoforis, zona corso Como. Il giovane è stato trasportato al Fatebenefratelli, ma il suo quadro clinico è rapidamente migliorato ed è stato dimesso poco dopo.

Si tratta del terzo incidente in tre giorni avvenuto in città, con protagonisti giovani alla guida delle pedane a due ruote. Un altro incidente, anche in questo caso senza gravi conseguenze, è avvenuto nella notte tra venerdì e sabato in via Sidoli: un ragazzo di 19 anni è stato ricoverato al Policlinico dopo aver perso il controllo del monopattino ed aver sbattuto violentemente a terra. Ma è andata molto peggio alla donna di 31 anni che venerdì mattina a bordo del suo monopattino non ha probabilmente rispettato una precedenza (sulla dinamica stanno indagando i vigili) e si è scontrata con un furgone all’incrocio tra via Braga e via Edolo, zona Gioia. Ha riportato un grave trauma cranico ed è stata operata d’urgenza al Niguarda: è ricoverata in terapia intensiva all’ospedale Niguarda, la prognosi resta riservata.

La sicurezza dei monopattini diventa sempre più una questione - anche politica - in una città la cui amministrazione punta sulla mobilità sostenile e green e che ha assistito in pochi mesi a un vero e proprio boom dell’uso di mezzi capaci di correre a 40 all’ora, spesso in barba a tutte le regole del codice della strada. Il Codacons si dice pronto ad avviare un’azione legale per chiedere il sequestro cautelare di tutti i monopattini elettrici circolanti in Italia «se il governo non introdurrà regole precise a tutela della salute degli utilizzatori e della sicurezza stradale».

Ultimo aggiornamento: 08:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA