Da Fellini a Chagall, Milano torna in mostra: un anno di grandi appuntamenti

Venerdì 25 Settembre 2020 di Ferruccio Gattuso

L’arte a Milano si riprende il suo spazio, ogni giorno di più, dopo lo stop forzato causa covid-19. L’assessore alla Cultura del Comune Filippo Del Corno ha illustrato la nuova stagione dell’attività espositiva in città, anticipando ben 15 mostre, alcune delle quali in agenda anche dopo la fine del mandato dell’attuale governo cittadino. In totale, tra esposizioni riprogrammate e nuovi progetti si parla di un calendario di 50 mostre, dal palinsesto I Talenti delle Donne (una vera e propria cascata di progetti che tributano la creatività femminile) a eventi di prestigio legati a giganti come Donatello, Michelangelo, Degas.

«È un momento importante per la città – ha spiegato Del Corno – già da questa estate e in settembre abbiamo registrato il desiderio dei milanesi di nuove proposte museali. La gente vuole tornare alla normalità, con buona pace di chi è giunto a definire i musei luoghi pericolosi». Il riferimento, chiaro, è al presidente della Regione Attilio Fontana. Prenotazione consigliata ma non più obbligatoria, sanificazione, contingentamento, e dunque si parte. La prima mostra, aperta a Palazzo Reale, è Prima, donna dedicata alla pioniera fotogiornalista Margaret Bourke-White, così come a “I Talenti delle Donne” appartiene la mostra Divine e avanguardie. Le donne nell’arte russa, collaborazione col Museo di Stato russo di San Pietroburgo, sempre a Palazzo Reale dal 28 ottobre. Terzo titolo centrale al femminile, a Palazzo Reale, è Le signore del Barocco (dal 3 dicembre), per scoprire artiste grandi e minori del Secicento oltre Artemisia Gentileschi. Pper il cinquecentenario della morte di Raffaello, al Castello Sforzesco dal 27 novembre sarà inaugurata la mostra Giuseppe Bossi e Raffaello al Castello Sforzesco di Milano, un focus sul pittore, disegnatore e collezionista lombardo, grande ammiratore di Raffaello e della sua opera. E sempre al Castello è imperdibile, dal 5 marzo, Il corpo e l’anima, da Donatello a Michelangelo, trionfo della scultura in collaborazione col Louvre e in cartellone proprio a Parigi da ottobre a gennaio.
Tra le mostre attese dall’estate 2021, Del Corno ha segnalato la retrospettiva su Mario Sironi al Museo del Novecento (dal prossimo luglio a marzo 2022), quella su Degas a Palazzo Reale a ottobre 2021, la mostra Chagall, love and life (dal 7 ottobre 2021), che vedrà esposti al Mudec stampe, disegni e dipinti provenienti dall’Israel Museum di Gerusalemme; la mostra collettiva di artisti contemporanei giapponesi dal titolo Japan, Body PerformLive, che sarà allestita al Pac (da ottobre 2021), e infine a Palazzo Reale (6 novembre 2021 – 6 marzo 2022) Realismo magico, panoramica sul movimento che comprese Severini, Carrà, Casorati, de Chirico e tanti minori. Da segnalare anche la grande mostra omaggio a Federico Fellini che sarà allestita a Palazzo Reale dal 2 aprile, in occasione del centenario della nascita del regista.

Ultimo aggiornamento: 09:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA