Milano, fece mettere droga nell'auto della collega: a processo l'ex comandante dei 'ghisa'

Giovedì 3 Giugno 2021
Fece mettere droga nell'auto della collega, a processo l'ex comandante dei 'ghisa'

Andrà a processo Salvatore Furci, l'ex comandante dei vigili urbani di Trezzano sul Naviglio (Milano), che si trova in carcere dal 13 aprile scorso. L'uomo è accusato di calunnia e detenzione di droga per aver fatto piazzare cinque dosi di cocaina nell'auto di Lia Vismara, il comandante della polizia locale di Corbetta, per vendicarsi in quanto era stato licenziato.

 

Leggi anche > Milano, fece mettere cocaina nell'auto della collega per incastrarla: arrestato il comandante dei vigili di Trezzano

 

Salvatore Furci è infatti stato rinviato a giudizio, con rito immediato, a Milano. Ad accogliere la richiesta di processo senza celebrare l'udienza preliminare avanzata dal pm della Dda Gianluca Prisco, è stato il gip Anna Magelli. Il dibattimento, a meno che Furci non scelga un rito alternativo, si aprirà il prossimo 14 luglio davanti alla prima sezione penale del Tribunale di Milano. Stando alle indagini della Squadra mobile a mettere la droga era stato un complice di Furci, arrestato con lui, che aveva a sua volta fatto una segnalazione confidenziale ai Carabinieri.

 

Dopo la scoperta Lia Vismara era stata denunciata e indagata a piede libero. Secondo la ricostruzione degli inquirenti e degli investigatori Furci avrebbe voluto 'punirè il comandante della polizia locale per via del suo parere negativo sul lavoro da lui svolto così da impedirgli di superare il periodo di prova per ricoprire il ruolo di ufficiale nella cittadina del Magentino e farlo ritornare, nel 2019, a rivestire la qualifica di agente all'interno della polizia locale di Milano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA