Milano, il Duomo mai visto: volo tra le vetrate a 20 metri d’altezza. Tutti i segreti della Cattedrale in digitale

Milano, il Duomo mai visto: volo tra le vetrate a 20 metri d’altezza. Tutti i segreti della Cattedrale in digitale
di Simona Romanò
2 Minuti di Lettura
Venerdì 20 Maggio 2022, 06:00 - Ultimo aggiornamento: 08:12

Il Duomo digitalizzato, come non si è mai visto prima. Potrà essere esplorato dal pc o da smartphone attraverso la tecnologia digitale che permette di  osservare, seduto a casa propria, ogni dettaglio del monumento gotico, simbolo di Milano nel mondo. È il progetto interattivo “Milan Cathedral Remixed”, frutto di tre anni intensi di lavoro certosino, nato dalla collaborazione tra Google Arts & Culture e la Veneranda Fabbrica del Duomo.

Un progetto fortemente voluto per promuovere le bellezze del monumento in tutto il mondo. Come?  Attraverso la piattaforma  Google Arts & Culture si  ammira la Cattedrale in  modo inedito e dettagliato, scoprendo tutti i tesori che contiene: si contano oltre 500 immagini, più di 50 vetrate e 300 statue digitalizzate e 15 percorsi su street view realizzati all’interno. In pratica, Google è entrato nel Duomo e ha fotografato 2000 metri quadrati della Cattedrale, 26 stanze, giungendo fino  alla sua cripta. Ha poi raggiunto le vetrate con una gru per immortalare ogni particolare ad altissima risoluzione. E poi le fotocamere sono salite fino alla Madonnina e alle guglie, apprezzando il panorama mozzafiato della città.  E adesso chiunque può conoscere online i segreti del Duomo.

«Il 74% dei turisti che visitano il Duomo vengono dall’estero, quindi, è importante farlo conoscere a tutto il mondo», ha dichiarato, Fulvio Pravadelli, direttore generale della Veneranda Fabbrica. Che precisa «come sia impossibile raggiungere i livelli di visitatori pre-Covid, al momento ci si attesta a un 20% in meno rispetto a due anni fa, ma gli ottimi risultati del mese di aprile, il primo in linea con la media del 2019, fanno ben sperare». «Questo progetto non mette a disposizione soltanto immagini e dettagli - ha poi spiegato Amit Sood, responsabile di Google Arts & Culture - ma anche degli esperti che raccontano quello che state osservando Nel giro di 5 minuti si può ascoltare una lezione che permette di scendere nei dettagli più nascosti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA