Diciottenne ucciso con un cacciavite durante una lite per una sigaretta davanti a un bar - video

Domenica 9 Luglio 2017
Diciottenne magrebino ucciso con un cacciavite durante una lite davanti a un bar

MILANO -  Era un diciottenne muratore incensurato, nato in Italia da genitori egiziani, la vittima dell'omicidio avvenuto la notte scorsa davanti a un bar in Piazza Tirana, a Milano. Il ragazzo è stato ucciso da un marocchino di 52 anni con numerosi precedenti anche per reati contro la persona. Pare che a scatenare l'aggressione sia stata la richiesta da parte del giovane ucciso all'omicida di spostarsi, in quanto il fumo della sua sigaretta gli dava fastidio. Il marocchino, che aveva bevuto molto, ha reagito con violenza, e con un cacciavite che aveva in tasca ha colpito il diciottenne al cuore. L'assassino è stato bloccato dagli amici della vittima, che lo hanno trattenuto fino all'arrivo dei carabinieri. L'arrestato, a quanto si è saputo, sarebbe in Italia da oltre 20 anni. (

Ultimo aggiornamento: 17:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA