La pianista Campaner: «Musica, teatro, yoga: ecco la “fiesta” sul Lago di Como»

La pianista Campaner: «Musica, teatro, yoga: ecco la “fiesta” sul Lago di Como»
di Ferruccio Gattuso
3 Minuti di Lettura
Venerdì 10 Giugno 2022, 06:00 - Ultimo aggiornamento: 08:02

Uno scenario di grande bellezza, dove poter fare incontrare “arte, silenzi, emozioni e natura”: è questa l’intuizione di Gloria Campaner, pianista classica attiva da anni sulla scena nazionale e internazionale, per dare forma a una due giorni che fosse “un invito alla gioia e al ricongiungersi dopo la pandemia”. Tutto questo si intitola “Fiesta!” e, dal 10 al 12 giugno, sarà Villa Carlotta sul Lago di Como, splendido monumento architettonico e botanico seicentesco, ad esserne la cornice.

In cosa consiste il cartellone di “Fiesta!”?

«L’invito è rivolto ad artisti residenti e visitatori interattivi, che possono partecipare a un calendario di formazione musicale, workshop di scrittura creativa, laboratorio teatrale, discipline corporee e tanto altro».

Un ruolo centrale non può che averlo la musica.

«Per mia esperienza personale la carriera concertistica porta a una sorta di isolamento. L’artista in tournée o in concorso nei festival può sentirsi solo e in qualche modo alienato e il mio programma C# See Sharp vuole essere una sorta di palestra delle emozioni, per sviluppare il controllo della sfera emotiva prima di una performance. Le pressioni possono giungere anche dalla responsabilità di farsi ogni sera interpreti di un fardello storico che è anche letterario e culturale prima ancora che musicale».

Quali sono gli altri corsi di “Fiesta!”?

«C’è un laboratorio di scrittura autobiografica di Ilaria Gaspari, il teatro experience guidato da Valentina Brusaferro, Alvise Camozzi e Matteo Cremon, un corso di yoga con Camilla Pusateri, mindfulness con Maria Elena Levoni, public speaking con Claudio Achilli, alimentazione e naturopatia con Marta Dal Lago. Il party di chiusura domenica alle ore 18 vedrà lo scrittore Alessandro Baricco e il filosofo Stefano Mancuso discutere del rapporto tra uomo e natura».

A emergenza pandemia finita, la sua attività concertistica riprende in pieno?

«Il 20 giugno sarò a Milano con un concerto per la chiusura della stagione de La Società dei Concerti il 20 giugno all’Auditorium Lattuada. Milano per me, originaria di Jesolo, è stata una città fondamentale. Alla vita culturale di questa città devo moltissimo. Esordii da giovane in Conservatorio proprio per La Società dei Concerti, grazie al suo storico direttore Antonio Mormone».

Come dove e quando. “Fiesta” dal 10 al 12 a Villa Carlotta via Tremezzina 2 Tremezzina (Como), orari vari, biglietto artista residente 125 euro, biglietto visitatore interattivo giornaliero 45 euro, weekend 80 euro, info www.fiesta.art

© RIPRODUZIONE RISERVATA