Milano, binari antivibrazioni e restyling della Verde: Atm lavora di notte

Milano, binari antivibrazioni e restyling della Verde: Atm lavora di notte
di Simona Romanò
3 Minuti di Lettura
Venerdì 20 Maggio 2022, 06:00 - Ultimo aggiornamento: 08:10

Treni della M2 che “saltano” le fermate e vengono sostituiti dagli autobus. Operai che lavorano di notte per alleviare i disagi. Binari dei tram che sono man mano sostituiti. Sono partiti i cantieri estivi Atm: un calendario di interventi che proseguiranno a ritmo serrato nel periodo di chiusura delle scuole e di traffico meno intenso.

BINARI IN SUPERFICIE. Molatura dei binari rumorosi per limitare le vibrazioni e mitigare il frastuono ad ogni passaggio del tram. Rifacimento della pavimentazione, con i masselli sostituiti, in alcune vie, dall’asfalto. Realizzazione di nuovi scambi in radiofrequenza e adeguamento della nuova linea di alimentazione. Così Atm avvia «il rinnovamento straordinario degli impianti tranviari», grazie ai 64 milioni di euro stanziati dal Comune, «così da migliorare la sicurezza dei viaggi e il confort dei passeggeri». Oltre a ridurre il malcontento dei residenti che, in più punti della città, si lamentano dello stridore continuo. In realtà, è in corso  da tempo una progressiva sostituzione delle rotaie, perché molte sono stati posate diversi decenni fa, mentre altre necessitano di continui “ritocchi” per riempire le buche e le crepe che lateralmente si formano.

PORTA LODOVICA. Il primo cantiere è stato aperto il 2 maggio a Porta Lodovica e durerà fino all’11 settembre. Qui, gli operai stanno “restaurando”  600 metri di linea risalente agli anni Ottanta. Il cantiere sarà divisi in tre fasi per ridurre i fastidi, tuttavia, «avrà un impatto sul trasporto pubblico», avvertono da Atm. Infatti, sono modificati i percorsi  dei tram 9 e 15 e dei bus 59, 71, 79, N25/26.

LAVORI IN CORSO. Gli addetti sono già all’opera, ogni notte, da lunedì a venerdì, per la cosiddetta molatura delle rotaie, anche tra viale Certosa e via Serra e tra le vie Bartolini e  Serra. Successivamente, in via Grassi, in viale Espinasse e in corso Sempione.

LINEA VERDE. La M2 risale al 1969. E per una metropolitana, cinquant’anni di servizio si fanno sentire. Ecco perché sono in corso «interventi senza precedenti per rinnovare l’infrastruttura», che comportano alcune novità nel funzionamento dei treni.  Quali?  Fino al 1 giugno, dopo le 22, i convogli sono sostituiti da bus tra Cascina Gobba e Gessate; e dopo le 22.30, all’interno delle stazioni di Loreto, Piola e Lambrate, i treni fermano nello stesso binario. Quindi i passeggeri devono utilizzare solo una delle due banchine presente nelle fermate. E ancora: dal 6 giugno al 30 luglio, dopo le 22, si “cambia” sempre a Cascina Gobba per viaggiare tra Milano e Cologno. Dal 31 luglio al 4 settembre, ci saranno i bus al posto dei treni, tra Cascina Gobba e Cologno, da mattina a sera. Le grandi manovre di restyling della Verde continueranno tutto l’anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA