Milano, marocchino senza patente non si ferma allo stop: muore un 61enne, grave la moglie

Domenica 17 Gennaio 2021
Non si ferma allo stop e centra un'auto: morto un 61enne. Il pirata fugge e si costituisce 24 ore dopo

Si è costituito il pirata della strada che ieri sera a Corsico (Milano), non rispettando uno stop, ha centrato in pieno, a grande velocità, una Fiat 600, causando la morte di un 61enne e il ferimento della moglie, una 60enne. L'uomo, un marocchino di 32 anni regolarmente residente sul territorio italiano, dopo lo schianto si era dato alla fuga ma ha deciso di presentarsi nella caserma dai carabinieri per ammettere le proprie colpe, confessando di essere addirittura privo di patente.

 

Leggi anche > Lombardia in zona rossa, Moratti: «Speranza la sospenda per 48 ore»

 

LO SCHIANTO

L'incidente è avvenuto ieri sera: la coppia di coniugi stava rientrando a casa nella loro Fiat 600, quando è stata centrata in pieno dalla Bmw guidata dal marocchino, che non ha rispettato uno stop ed ha occupato l'incrocio a grande velocità. L'impatto è stato tremendo e subito dopo, il 32enne è fuggito. I due coniugi sono stati trasportati d'urgenza in ospedale, all'Humanitas di Rozzano, dopo che alcuni residenti avevano allertato i soccorsi. Il 61enne è morto poco dopo il ricovero, la moglie invece resta in gravi condizioni ma per i medici è fuori pericolo.

 

LA RABBIA DEL FIGLIO

«Mi avete rovinato la vita, ma state tranquilli che vi troverò»: sono le parole del figlio della coppia di coniugi travolti nella notte da un'auto pirata a Corsico (Milano), pubblicate su un gruppo Facebook. Nell'incidente è rimasto ucciso il padre mentre la madre è ricoverata in ospedale. «Ha preso in pieno l'auto dei miei genitori a una velocità folle - scrive - senza rispettare le segnaletiche, uccidendo il mio papà. Mia mamma è in gravi condizioni, ma la cosa ancora più disumana è che è scappato via insieme al suo amico abbandonando la sua auto lì senza chiamare soccorsi». Il giovane scrive inoltre di essere a conoscenza di altri particolari circa l'identità del presunto responsabile, ma le indagini sono ancora in corso, e ha raccontato di aver salutato poco prima il padre che era andato a festeggiare il compleanno di suo nipote.

 

L'ARRESTO

A meno di 24 ore dall'incidente, il pirata della strada, sentendosi braccato, si è presentato spontaneamente nella caserma dei carabinieri. L'uomo ha spiegato di non essersi fermato a prestare soccorso poiché senza patente.

Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio, 07:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA