Madre e figli morti nel crollo di un tetto, via al processo: la famiglia si costituisce parte civile

Giovedì 13 Maggio 2021
Madre e figli morti nel crollo di un tetto, via al processo: la famiglia si costituisce parte civile

Si è tenuta oggi la prima udienza a carico dei due imputati per il crollo di una porzione di tetto che il 24 giugno dell'anno scorso, ad Albizzate (Varese), causò la morte di Fouzia Taoufiq, 38 anni, e di due dei suoi tre figli (Soulaymane, 5 anni, e Yaoucut, di 12 mesi). La famiglia si è costituita parte civile nel processo.

 

Leggi anche > Luana D'Orazio, la perizia choc: l'orditoio «gemello» aveva le sicurezze manipolate

 

Era il pomeriggio del 24 giugno 2020 quando Fouzia Taoufiq stava passeggiando con i figli. All'improvviso, un cornicione ed una porzione di tetto di un edificio adibito a struttura commerciale, crollarono proprio sulla donna e sui suoi bambini. Oggi si è tenuta la prima udienza a carico di due imputati: Cesare Gallazzi, 95enne progettista ingegnere, e Antonino Giovanni Colombo, amministratore unico della società proprietaria dell'immobile.

 

Per i due imputati l'accusa è aver «cagionato il crollo dell'intero cornicione in cemento armato per colpa, negligenza, imprudenza ed imperizia», a seguito delle indagini coordinate dal pm di Busto Arsizio Nadia Calcaterra. Si torna in aula il 16 settembre prossimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA