Milano, allarme incidenti in bici: +31%. Ogni giorno cinque feriti

Milano, allarme incidenti in bici: +31%. Ogni giorno cinque feriti
di Simona Romanò
3 Minuti di Lettura
Venerdì 11 Febbraio 2022, 06:00 - Ultimo aggiornamento: 12 Febbraio, 14:06

Allarme rosso per i tanti incidenti che coinvolgono le biciclette lungo le strade di Milano. Nel 2021 sono stati circa 5 al giorno per un totale di 1872, con un aumento del 31% rispetto al 2019. Ciclisti travolti dalle auto, colpiti dalle portiere che gli automobilisti aprono all’improvviso e in modo incauto, oppure che perdono l’equilibrio per colpa di buche o pavè sconnesso. Il risultato è sempre lo stesso: uno stillicidio di cadute rovinose. I più fortunati riportano botte ed escoriazioni, ma molti devono essere soccorsi dall’ambulanza per i traumi anche gravi.

PERICOLO DUE RUOTE. L’allarme arriva dall’Asaps, l’associazione sostenitori e amici polizia stradale, che con il suo “Osservatorio ciclisti” traccia un quadro fosco di «sei ciclisti morti, in tutta la Lombardia, nel primo trimestre dell’anno scorso». La pandemia ha portato un boom di sinistri, «perché le due ruote sono diventate sempre più di moda per gli spostamenti cittadini e alternative a tram e metrò», che sono visti ancora con sospetto a causa del virus. Nel dettaglio: nel 2021 gli schianti in bici, a Milano, dal centro alle periferie, sono stati 1872, circa uno su due per le strade sconnesse (1008) e 864 per investimento; nel 2020 invece 1368 (834 per careggiata sconnessa e 534 per investimento); nel 2019, infine, 1426 (724 per strada sconnessa e 702 per investimento). Dopo la denuncia dell’Asaps arrivano i dati milanesi, poco confortanti, del 118.

FERITI. Il 56% degli interventi sono per incidenti in bicicletta; il 30% in scooter e il 14% in monopattino. Gli amanti del pedale rimasti feriti sono sempre più gravi: solo nel 2021 quelli trasportati in codice rosso all’ospedale sono stati 14, rispetto ai 10 del 2020 e più del doppio del 2019, quando sono stati 6. Aumentano anche i codici gialli: 260 nel 2021, 167 nel 2020, 182 nel 2019; e lieve incremento dei codici verde: 1360 nel 2021, 972 nel 2020 e 1079 nel 2019.

IDENTIKIT. Il 90% (9 su 10) sono maschi; il 57% hanno un’età fra 26 e 40 anni. Chi sono? L’uso della bici è trasversale: dai giovani agli uomini d’affari per spostarsi rapidamente senza l’incubo parcheggio. Ma c’è anche chi la utilizza per lavoro, come i fattorini. Piuttosto che le donne per fare shopping e accompagnare i figli a scuola.

PISTE CICLABILI. «A settembre 2021 erano 298 chilometri di itinerari ciclabili», dichiara l’assessore alla Mobilità Arianna Censi. Ci sono poi progetti per altri 75 chilometri; di questi, il Pnrr ha finanziato con 6 milioni, 23 chilometri da realizzare entro il 2026. «Stiamo immaginando una città più leggera e sostenibile: penso ad una mappa che colleghi tutta la rete ciclopedonale di Milano e dei Comuni della Città Metropolitana».

© RIPRODUZIONE RISERVATA