Milano, drogò e violentò una coppia, l'esito della perizia sull'agente immobiliare: «Capace di intendere e volere»

Arriva l'esito della perizia psichiatrica in vista dell'udienza del 26 maggio

Giovedì 19 Maggio 2022
Drogò e violentò una coppia, l'esito della perizia sull'agente immobiliare: «Capace di intendere e volere»

Omar Confalonieri «era capace di intendere e volere». Questo il risultato della perizia firmata dallo psichiatra Raniero Rossetti, effettuata sull'agente immobiliare accusato di aver drogato una coppia e poi stuprato la donna nell'appartamento di Milano davanti alla loro figlia di meno di un anno.

 

Leggi anche > Milano, ladri di furgone sprint: in due minuti cambiano la centralina, partono e fuggono

 

Rossetti ha certificato la piena consapevolezza dell'agente immobiliare al momento dei fatti. L'uomo si trova in carcere dal 6 novembre con le accuse di violenza sessuale, sequestro di persona e lesioni. Confalonieri, agente immobiliare con ufficio nella lussuosissima via Montenapoleone a Milano, lo scorso 2 ottobre avrebbe stordito durante un aperitivo una coppia, interessata alla compravendita di un box, con dosi massicce di benzodiazepine e poi avrebbe abusato della donna. 
 

L'UDIENZA: IL 26 MAGGIO

 

Nell'udienza del 26 maggio prenderà la parola l'accusa, rappresentata dall'aggiunto Letizia Mannella e dal pm Alessia Menegazzo, per la richiesta di condanna nel processo abbreviato (porte chiuse e sconto di un terzo sulla pena). La perizia, disposta dal gup, è stata firmata da Raniero Rossetti, psichiatra esperto anche nel campo delle dipendenze, è stata analizzata alla presenza anche dei consulenti delle parti. Secondo la difesa, Confalonieri avrebbe agito in stato di alterazione psicofisica dopo aver assunto alcolici e cocaina. In aula era presente anche la donna vittima di abusi, assistita come parte civile dal legale Matteo Pellacani, e che è già stata ascoltata anche in un incidente probatorio lo scorso dicembre ripercorrendo quel giorno da incubo.

 

È UNO STUPRATORE SERIALE?

 

Intanto, continua una tranche dell'indagine, sempre condotta dai carabinieri, per far luce su casi simili ai danni di altre donne, di cui quattro sono state già ascoltate in Procura, che si sono fatte avanti per denunciare ciò che avrebbero subito con lo stesso schema dall'agente immobiliare. L'ipotesi è che Confalonieri fosse uno stupratore seriale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA