Diletta Leotta, furto in casa a Milano: condannato un 16enne

Concesse le attenuanti generiche, patteggiamento per gli altri sei presunti autori

Diletta Leotta furto in casa
Diletta Leotta furto in casa
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 20 Aprile 2022, 22:13 - Ultimo aggiornamento: 22:33

È stato condannato a 1 anno e 4 mesi di reclusione il ragazzo di 16 anni accusato, insieme ad altre sei persone, del furto in casa della conduttrice televisiva Diletta Leotta, in centro a Milano, il 6 giugno 2020, e di quello nell'abitazione della influencer Eleonora Incardona avvenuto alcune settimane prima.

Leggi anche > Caterina Collovati risponde a Diletta Leotta: «Basta lagne, le donne belle trovano molte strade aperte»

Al ragazzo, difeso dagli avvocati Antonio Buondonno ed Elita Cerchia,  il Tribunale per i minorenni di Milano ha concesso le attenuanti generiche prevalenti sull'aggravante del fatto commesso in più persone riunite. Gli altri sei presunti autori del colpo a casa della Leotta avevano tutti patteggiato, nel dicembre 2021, pene comprese tra 2 anni e 4 mesi di reclusione e 3 anni e due mesi di reclusione e a tutti erano state concesse le attenuanti generiche e inflitte multe comprese tra i 600 e i 1000 euro.

 

Stando all'inchiesta, condotta dalla Squadra mobile di Milano e coordinata dalla pm Francesca Crupi, a inizio giugno 2020 una banda di ladri ha svaligiato l'appartamento della conduttrice tv in zona Porta Nuova, mentre lei era fuori a cena. Due componenti della banda avrebbero svolto la funzione di 'palo' rimanendo in contatto telefonico con gli altri complici, i quali si sarebbero introdotti all'interno dell'appartamento forzando una finestra. Una volta entrati, si sarebbero impossessati di orologi di valore, borse, gioielli e denaro per circa 150mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA