Covid, un nuovo positivo su due non ha sintomi. Allerta: «Lo stop delle restrizioni non è un liberi tutti».

Lunedì 2 Maggio 2022 di Simona Romanò

L’allerta arriva dalla Regione Lombardia proprio in concomitanza con la fine della maggioranza delle restrizioni anti-contagio, oggi, 2 maggio. Dall’addio al Green Pass all’abbandono dell’obbligo delle mascherine in moltissime situazioni della vita comune, come al supermercato, al bar, al ristorante.

 

ALLERTA

Ma attenzione, perché «il virus circola ancora», avvertono i sanitari.  Infatti, «in Lombardia, il 45% dei nuovi positivi non ha alcun sintomo»: non ha febbre, raffreddore e tosse, ma è comunque un untore. E scopre la positività per caso; magari dopo aver effettuato un tampone per un viaggio o dopo essersi monitorato per precauzione perché deve far visita a un soggetto molto fragile. È presumibile che gli ignari untori siano molti di più fra i lombardi.

 

RISCHIO CONTAGI

Il dato è da un lato confortante, perché significa che la metà dei postivi, che ha contratto il Covid, sta bene. Ma dall’altro lato è una sorta di avvertimento a non abbassare eccessivamente la guardia. Lo stesso assessore al Welfare della Regione, la vicepresidente Letizia Moratti, aveva  avvertito che «non deve passare il concetto del liberi tutti» e che lei stessa, «in determinate circostanze, continuerà ad indossare la mascherina».

Ultimo aggiornamento: 18:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA