Coronavirus, Beppe Sala: «Il coprifuoco non è una follia, se il virus si scatena a Milano l'effetto è dirompente»

Mercoledì 21 Ottobre 2020
Coronavirus, Beppe Sala: «Impennata di ricoveri in Lombardia con tre province più 'immuni'. Il coprifuoco non è una follia»

Il sindaco di Milano Giuseppe Sala ospite di Radio Deejay è intervenuto per aggiornare sui dati e commentare la decisione di imporre il coprifuoco in Lombardia: «C'è un'impennata dei ricoveri in Lombardia fatta eccezione per tre province - Bergamo, Brescia e Cremona - perché li c'è una sorta di immunità, ma che prezzo hanno pagato? Milano non può pagare questo prezzo. L'idea del coprifuoco, l'idea di chiudere la sera non è una follia nata in Lombardia, oggi Parigi è in lockdown dalle 21 alle 6 per un mese, a Londra i ristoranti chiudono alle 10, a Barcellona gli esercizi commerciali sono chiusi per 15 giorni. Le grandi città hanno questo tipo di rischio e purtroppo è così». Ancora Sala: «Se il virus si scatena in una città come Milano l'effetto sarà dirompente»

 

Ultimo aggiornamento: 12:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA