Luce Douady, morta a 16 anni la campionessa di arrampicata: fatale un volo di 150 metri

Lunedì 15 Giugno 2020
Luce Douady, morta a 16 anni la campionessa di arrampicata: fatale un volo di 150 metri

Il mondo dell’arrampicata sportiva è sotto choc per la morte di Luce Douady, una delle atlete più promettenti del panorama internazionale. La 16enne è deceduta nella giornata di domenica, per le conseguenze di un incidente durante una scalata. La Douady che il prossimo novembre avrebbe spento 17 candeline era in compagnia di 7-8 colleghi, quando è scivolata precipitando per 150 metri, sulla falesia di Luisset, situata al limite dei comuni di Crolles e Saint-Pancrasse nell'Isère, in un percorso esposto e dotato in alcuni tratti di cavi di protezione. Le autorità francesi hanno avviato un'indagine per verificare le cause dell'incidente mortale.

Foligno, coppia di escursionisti bloccati in montagna sull’orlo di un precipizio. Ecco cosa è accaduto

Terminillo, Davide l'escursionista morto tradito dal ghiaccio: ecco come si affrontano le montagne

Sin da piccolissima si era appassionata all'arrampicata sportiva, dimostrando un talento fuori dalla norma. Tanti i titoli vinti a livello juniores per l'atleta che si era messa in mostra nella scorsa estate anche in terra italiana. Al Climbing Stadium di Arco infatti la Douady aveva conquistato la scena in occasione dei Campionati Mondiali di Arrampicata Giovanile, conquistando la medaglia d'oro nella categoria Boulder – Youth A Women, beffando le giapponesi Natsumi Hirano e Saki Kikuchi.
 

 

Ultimo aggiornamento: 15:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA