Contagio Covid, Iss: incidenza dei casi sale a 241 (da 176). Terapie intensive, 9 regioni sopra la soglia di allerta del 10%

Secondo il report aumentano i casi non associati a catene di trasmissione

Iss: incidenza dei casi sale a 241 (da 176). Terapie intensive, 9 regioni sopra la soglia di allerta del 10%
Iss: incidenza dei casi sale a 241 (da 176). Terapie intensive, 9 regioni sopra la soglia di allerta del 10%
3 Minuti di Lettura
Venerdì 17 Dicembre 2021, 09:13 - Ultimo aggiornamento: 11:22

Incidenza settimanale dei contagi in aumento: 241 casi per 100.000 abitanti (10-16 dicembre 2021) contro 176 per 100mila abitanti della settimana 3-9 dicembre 2021. Lo rileva l'Iss nel suo monitoraggio settimanale. Nel periodo 24 novembre-7 dicembre 2021, l'Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,13 (range 1,09 1,19), leggermente in diminuzione rispetto alla settimana precedente - quando era pari a 1,18 - ma al di sopra della soglia epidemica. Sono diciotto sono le regioni a rischio moderato, una a rischio alto. 

Zone gialle: Marche, Veneto e Liguria a rischio. Natale bianco per il Lazio

Bollettino Covid 16 dicembre: 26.109 contagi e 123 morti, positività al 3,6%. In Lombardia oltre 5 mila casi

Terapie intensive, cresce il tasso di occupazione

Nove Regioni e Province autonome superano questa settimana la soglia di allerta del 10% di occupazione per casi Covid nelle terapie intensive. Sono Calabria (11,8%), ER (11,9%), FVG (18,3%),Liguria (13,7%), Marche (16,7%),Molise (10,3%), PA Bolzano (18%), PA Trento (21,1%), Veneto (15%). Otto superano invece la soglia di allerta del 15% per l'occupazione dei reparti di area medica: Calabria (20,8%), FVG (22,6%), Liguria (17,9%), Marche (15,6%), PA Bolzano (16%), PA Trento (17,6%), Valle d'Aosta (18,2%), Veneto (16%). Emerge dal monitoraggio settimanale della Cabina di regia.

 

Casi non associati a catene di trasmissione

È in forte aumento il numero di nuovi casi non associati a catene di trasmissione (42.675 contro 37.278 della settimana precedente). La percentuale dei casi rilevati attraverso l'attività di tracciamento dei contatti è in diminuzione (31% contro 34% la scorsa settimana). In aumento la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (43% contro il 40%), mentre è stabile la percentuale di casi diagnosticati attraverso attività di screening (26%). Lo evidenzia il monitoraggio settimanale della Cabina di regia, i cui dati sono comunicati dall'Istituto superiore di sanità. 

Covid, due nuovi farmaci per la lotta alla pandemia: come agiscono il Sotrovimab e l'Anakinra

Le regioni a rischio

«Una Regione è classificata a rischio alto, 18 Regioni risultano classificate a rischio moderato. Tra queste, 3 sono ad alta probabilità di progressione a rischio alto. Mentre per una Regione non è stato possibile valutare la progressione. Due Regioni sono classificate a rischio basso». Lo evidenzia il report dell'Istituto superiore di sanità ( Iss) con i dati principali del monitoraggio della Cabina di regia. «Sono 13 le Regioni che riportano un'allerta di resilienza, 1 Regione riporta molteplici allerte di resilienza», aggiunge il report.

© RIPRODUZIONE RISERVATA