Pesce scaduto al supermercato: scoperti e sequestrati 800 kg di merce. Sanzioni per 7.500 euro

Anche nella Piana di Lucca è stato scoperto lo stesso sistema di occultamento della merce in un deposito di circa 500 mq

Sabato 21 Maggio 2022
Dopo una serie di controlli, sono stati scoperti in diverse zone della Toscana chili di pesce scaduto nei supermercati

Scoperta choc in un supermercato. Gli ispettori pesca della capitaneria di porto di Livorno durante un controllo congiunto con le Asl, hanno scoperto in un supermercato di Prato gestito da extracomunitari un vano nascosto e abusivo, con piastrellata come il rivestimento in parete in cui sono state rinvenute oltre 5 tonnellate di alimenti privi di documenti che attestassero la provenienza e oltre 800 kg di prodotti ittici scaduti. Sequestrati il locale e la merce.

Leggi anche > Tumore al polmone, un trattamento innovativo a Pisa: è il primo in Italia

 

Sempre a Prato l’Asl ha disposto la chiusura temporanea di una pescheria a causa delle gravi carenze igienico sanitarie. Anche nella Piana di Lucca è stato scoperto lo stesso sistema di occultamento della merce in un deposito di circa 500 mq, utilizzato per lo stoccaggio di alimenti da una società di importazione di Altopascio (Lucca). Infatti, durante il sopralluogo sono stati individuati tre locali nascosti: il titolare non ha saputo fornire agli ispettori sufficiente documentazione sulla provenienza della merce contenuta, 600 kg di alghe marine forse provenienti dalla Cina che sono state sequestrate, mentre l’Asl ha disposto l’immediata sospensione dell’attività di commercializzazione.

La merce non idonea al consumo è stata destinata allo smaltimento e ai responsabili degli illeciti sono state inflitte sanzioni per un totale di 7.500 euro. 

Ultimo aggiornamento: 12:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA