Firenze, bus in fiamme in piazza Edison: l'incendio spaventa i cittadini

Sui social i fiorentini, passata la paura, puntano il dito contro la gestione dei mezzi pubblici e scrivono: "Proprio come a Roma". Fortunatamente nessuno è rimasto coinvolto nell'incendio scoppiato sull'autobus

Firenze, bus in fiamme in piazza Edison: l'incendio spaventa i cittadini
Firenze, bus in fiamme in piazza Edison: l'incendio spaventa i cittadini
3 Minuti di Lettura
Giovedì 23 Giugno 2022, 14:40

Mattinata di terrore per i cittadini di Firenze che hanno assistito a un incendio scatenatosi su un autobus. Attorno alle 7 di mattina, in piazza Edison, un bus ha preso fuoco. Fortunatamente, vista l'ora, nessuna persona è rimasta coinvolta nelle fiamme che hanno carbonizzato il mezzo pubblico. Il fumo nero, però, che si è alzato nel cielo del capoluogo toscano ha fatto impaurira molti cittadini, che sui social hanno riversato le loro preoccupazioni. 

Leggi anche > Malore sulla Cupola del Brunelleschi: turista statunitense muore a 67 anni

Sul posto sono intervenuti nove unità dei vigili del fuoco e tre automezzi di cui due autobotti che sono risuciti a domare le fiamme. Sul posto, la polizia Municipale per tutte le operazioni necessarie alla viabilità.

Autolinee Toscane ha spiegato che l'incendio si è sviluppato su un bus in servizio sulla linea 7 in direzione Fiesole. Il mezzo era appena uscito dal deposito di Viale dei Mille e a bordo non c'erano passeggeri. Appena visto il fumo, il conducente ha interrotto la corsa alla fermata di piazza Edison e ha iniziato a spegnere le fiamme con l'estintore di bordo. Subito è arrivata sul posto l'assistenza tecnica di Autolinee Toscane per supportarlo nelle operazioni di messa in sicurezza con altri quattro estintori. Le fiamme alte, però, hanno richiesto l'intervento dei vigili del fuoco che sono riusciti a domare l'incendio. 

L'ipotesi, spiega l'azienda in una nota, è che le fiamme siano partite dal vano motore. Proprio ieri il bus, modello BredaMenarinibus 240, del 2004 e che aveva percorso oltre 1 milione di km, era stato oggetto di controlli e verifiche ed era stato sostituito un componente della parte elettrica del motore. Autolinee Toscane ha già avviato da tempo un piano di verifiche puntuali sulla flotta BredaMenarinibus ed altre categorie dei mezzi più 'anziani', dopo averle ereditate lo scorso novembre dai precedenti gestori, nel corso del subentro alla gestione del tpl. Si tratta di circa 500 bus in tutta la Toscana che sono e saranno oggetto di verifiche affidate a periti esterni.

Sui social, però, i cittadini si sono dimostrati molto preoccupati puntando il dito sulla gestione degli autobus e paragonandola a quella della Capitale. «Proprio come a Roma», scrive un utente subito incalzato da un altro commento simile «Ci vogliamo allineare a quel che succede a Roma?». E chi invece fa notare come la gestione comunale pecchi su più fronti: «Fa il paio con l'erba della piazza.... Tutto bruciato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA