Cinema e teatri riaprono, sì a matrimoni e balli all'aperto: nuove regole da lunedì 15 giugno

Cinema e teatri riaprono, sì a matrimoni e balli all'aperto: le nuove regole da lunedì
Cinema e teatri riaprono, sì a matrimoni e balli all'aperto: le nuove regole da lunedì
di Simone Canettieri e Rosario Dimito
6 Minuti di Lettura
Mercoledì 10 Giugno 2020, 00:54 - Ultimo aggiornamento: 12:58

Le discoteche torneranno ad animarsi, ma all’aperto e senza poter consumare un drink al bancone. Anche i balli dovranno adeguarsi: proibiti quelli di coppia, quindi niente lisci né lenti. Ripartiranno poi anche congressi e le grandi fiere ma con l’obbligo di mascherina. E poi: via libera ai banchetti nei ristoranti e alle feste nei locali pubblici. Sempre dal 15 potrà alzare la saracinesche il mondo delle sale giochi e scommesse. La conferenza delle Regioni ha approvato le linee guida per tutti i settori rimasti fuori dalla Dpcm entrato in vigore lo scorso 4 giugno. In settimana, già domani, è atteso un nuovo decreto di Palazzo Chigi. Poi spetterà ai singoli governatori decidere quali attività aprire o meno.

Ranieri Guerra: «L'Oms non ha cambiato idea, rari i contagi da asintomatici»
Macron e Merkel, lettera alla Ue: «Prepariamoci alla seconda ondata del coronavirus»

«L’obiettivo è quello di dare un contributo per rimettere velocemente in moto il Paese, in condizioni di sicurezza, nella fase post-emergenza Covid-19», dice Stefano Bonaccini, presidente della Conferenza delle Regioni. Nel documento di 49 pagine sono previste anche le regole per cinema, spettacoli dal vivo, campi estivi. Al via libera alle linee guida è arrivato nel giorno della protesta in piazza del Popolo degli operatori di sale slot, bingo e agenzie di scommesse. «Noi non siamo invisibili, siamo lavoratori, con lo stop imposto dai decreti durante il lockdown si è di fatto incrementato il rischio di tentativi di infiltrazione mafiosa nel settore», è stata la denuncia della piazza, critica con slogan e cartelli nei confronti del M5S.

GIARDINI E TERRAZZE
Ma ecco come potranno ripartire in sicurezza da lunedì tutte le attività che finora sono rimaste chiuse. Nella ristorazione inserito un paragrafo sulle cerimonie. Laddove possibile, privilegiare l’utilizzo degli spazi esterni, sempre nel rispetto del distanziamento di almeno 1 metro e mascherine. Possibile organizzare una modalità a buffet mediante somministrazione da parte di personale incaricato, escludendo la possibilità per gli ospiti di toccare quanto esposto. Nelle strutture turistico-ricettive all’aperto, durante l’attività fisica, non è obbligatorio l’uso della mascherina.

Coronavirus, 5 milioni i contagi nel mondo: emergenza in Brasile

I mezzi mobili (tende, roulotte, camper) dovranno essere posizionati all’interno di piazzole delimitate, in modo tale da garantire il rispetto delle misure di distanziamento tra i vari equipaggi, comunque non inferiore a 3 metri tra i 2 ingressi delle unità abitative. Il distanziamento di almeno 1,5 metri dovrà essere mantenuto «anche nel caso di utilizzo di accessori o pertinenze». Nei rifugi alpini è necessario individuare dei percorsi che non consentano l’incrocio tra persone. Nei campi estivi si dovrà prevedere, anche in questi contesti, la rilevazione quotidiana della temperatura corporea per tutti gli operatori e bambini, prevedere, come per i servizi per infanzia e adolescenza, la composizione dei gruppi di bambini il più possibile stabile nel tempo, evitando attività di intersezione tra gruppi diversi, mantenendo, inoltre, lo stesso personale a contatto con lo stesso gruppo di minori.

Covid, la protesta di una mamma: «Studenti disabili discriminati due volte»

TRA LETTI 1,5 METRI

Il rapporto tra personale e minori è lo stesso indicato per i servizi per l’infanzia e adolescenza. L’organizzazione delle camere deve consentire il rispetto della distanza interpersonale in particolare garantendo una distanza di almeno 1,5 metri tra i letti. Inoltre essi e la relativa biancheria, devono essere ad uso singolo. Nelle aree giochi per bambini in caso di presenza diminori che necessitano di accompagnamento, consentire l’accesso a un solo accompagnatore per bambino, ma nelle aree gioco dei parchi pubblici non è obbligatorio l’uso del dispenser di prodotti igienizzanti. Infine in tutte le attività economiche sono state riviste le prescrizioni riguardo il ricambio d’aria.

DISCOTECHE Autorizzate soltanto all’aperto
Potrà essere rilevata la temperatura corporea, garantire almeno 2 metri tra gli utenti che accedono alla pista da ballo, attività in questa fase consentita solo negli spazi esterni, utilizzo di contapersone per gli accessi,mascherina negli ambienti al chiuso, non è consentita la consumazione di bevande al banco.
 

Discoteche, protesta a Montecitorio




SALE BINGO E SCOMMESSE Proibiti i giochi che non si possono sanificare
Le apparecchiature che non possono essere pulite e disinfettate non devono essere usate. Non possono altresì essere usati i giochi a uso collettivo in cui non sia possibile il distanziamento interpersonaledi almeno 1metro. Il gestore è tenuto, in ragione delle aree a disposizione, a calcolare e a gestire le entratedei clienti. 

FESTE ED EVENTI Tornano i buffet ma serviti dai camerieri
I tavoli devono essere disposti in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli ospiti che dovranno indossare la mascherina negli ambienti interni (quando non sono seduti al tavolo), organizzare una modalità a buffet mediante somministrazione da parte di personale incaricato. 

CINEMA E SPETTACOLI Divisori in plexiglass anche in platea
I posti a sedere (comprese, se consentite, postazioni prive di una seduta fisica vera e propria) dovranno prevedere un distanziamento tra uno spettatore e l’altro, sia frontale che laterale, di almeno 1 metro. Possibilità di ridurre il distanziamento sociale di un metro in presenza di divisori in plexiglass. 

PARCHI TEMATICI Gommoni a un posto per i giochi d’acqua
Con particolare riferimento alle attrezzature dei parchi acquatici, utilizzare gommonimezzi galleggianti singoli ove possibile; per i gommoni multipli consentirne l’utilizzo a nuclei familiari o conviventi. Tutti i visitatori devono indossare la mascherina a protezione delle vie aeree. 

FIERE E CONVEGNI Guanti monouso per toccare il materiale
Nel caso di acquisti con scelta in autonomia e manipolazione del prodotto da parte del cliente, dovrà essere resa obbligatoria la disinfezione dellemani prima della manipolazione della merce. In alternativa, dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA