Dengue, secondo caso a Jesi, un caso anche a Firenze: da stasera disinfestazione contro le zanzare

Venerdì 20 Settembre 2019
Dengue, secondo caso a Jesi, un caso anche a Firenze: da stasera disinfestazione contro le zanzare

Un altro caso di Dengue a distanza di un mese e mezzo a Jesi, un caso anche a Firenze. A Jesi d'intesa con l'Asur è stata disposta una disinfestazione contro le zanzare nell’intero quartiere ex Smia, nell’area compresa tra viale del Lavoro, via Anconetani, via Padre Pellegrini e via Fava, a Jesi, in provincia di Ancona. Le operazioni saranno effettuate di notte, a partire dall'una, per le prossime due notti, quella di stasera  e sabato 21 e quella tra sabato 21 e domenica 22 settembre.

Le zanzare fanno 725mila vittime l'anno, è l'animale più pericoloso della Terra

Zanzara killer, hostess 25enne morta tre giorni dopo la puntura
 

Durante questa operazioni il Comune di Jesi invita i residenti ed i dimoranti a tenere le finestre chiuse e a trattenere gli animali domestici all’interno delle abitazioni fino al mattino successivo.

Un caso a Firenze. Nuovo caso di Dengue a Firenze, si tratta di un uomo di ritorno da un viaggio in un paese tropicale e che al momento è ancora ricoverato in ospedale. Lo rende noto l'Asl Toscana centro spiegando che domani mattina i tecnici dell'igiene pubblica e nutrizione del dipartimento della prevenzione si attiveranno per le operazioni di disinfestazione delle zanzare nella zona di via Ghibellina. Si tratta di operazioni a scopo cautelativo, spiega una nota, per ridurre la densità delle zanzare presenti così da evitare la possibilità, anche se remota, che qualche zanzara possa essere infettata dal virus pungendo il malato e che lo trasmetta poi ad altri.

Nel 2019 più casi di Dengue, Zika e Chikungunya in Italia. In aumento quest'anno, rispetto al 2018, i casi di Dengue, Zika e Chikungunya, mentre sono calati quelli di Encefalite da zecche, virus Toscana e West Nile. Lo segnalano gli ultimi bollettini sulle arbovirosi (cioè le malattie causate dai virus trasmessi da zanzare, zecche e flebotomi) pubblicati dall'Istituto superiore di sanità (Iss).

Dal 1 gennaio al 31 agosto 2019 al sistema di sorveglianza nazionale integrata delle arbovirosi sono stati segnalati 14 casi (13 autoctoni e 1 associato a un viaggio all'estero) di encefalite virale da zecche (Tbe), 38 di infezione neuro-invasiva da Toscana virus (tutti autoctoni), 122 casi di Dengue (tutti associati a viaggi all'estero, nel 2018 erano stati 108), 14 casi di Chikungunya (tutti legati a viaggi all'estero, erano 5 nel 2018) e 3 di infezione da virus Zika, di cui un caso di sindrome congenita da Zika virus (uno solo nel 2018).

L'anno scorso invece sono stati di più i casi di encefalite virale da zecche (39, tutti autoctoni), di Toscana virus (90) e soprattutto quelli di virus West Nile, di cui nello stesso periodo del 2018 (da gennaio ad agosto) se ne erano registrati ben 334, contro gli attuali 30.

Ultimo aggiornamento: 15:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA