Covid, da lunedì oltre 40 milioni di italiani in zona bianca: anche Roma e Milano, cosa cambia

Domenica 13 Giugno 2021

Da lunedì 14 giugno saranno 40,5 milioni gli italiani in zona bianca. Tredici regioni in zona bianca e 8 in giallo: anche i numeri ora non lasciano più dubbi. Da lunedì l’Italia, finalmente, è per la maggior parte in zona bianca. Passano nella fascia di minor rischio dunque Lazio, Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna, Puglia e provincia autonoma di Trento. Un traguardo guadagnato con dati al di sotto della soglia di guardia (meno di 50 nuovi casi ogni 100mila abitanti) confermati per 3 settimane. Quindi anche Roma e Milano passano in zona bianca.

 

Covid, il bollettino di morti e contagi nelle ultime 24 ore in Italia

 

 

 

Si tratta di due terzi della popolazione del Paese. L'incidenza a 7 giorni per il periodo di riferimento 4-10 giugno (quindi aggiornata a ieri) e' di 25 casi di Covid ogni 100 mila abitanti. Il valore e' uno fra i piu' importanti indicatori decisionali per le eventuali misure di contenimento. Continua quindi a scendere la circolazione del virus.

 

La scheda sugli indicatori decisionali contiene anche le percentuali sull'occupazione dei posti letto negli ospedali: i valori si attestano all'8% sia per le aree non critiche che per le terapia intensive (entrambi i dati aggiornati all'8 giugno).

 

 

 

Tutte le Regioni e le province autonome sono classificate a rischio basso tranne una, la Sardegna, a rischio moderato. 

 

LE NUOVE REGOLE

 

COPRIFUOCO – Al momento del passaggio di una Regione in zona bianca, il coprifuoco decade automaticamente. Il divieto di circolazione notturna verrà abolito su scala nazionale, in zona gialla, dal 21 giugno

 

SPOSTAMENTI – Come tra le zone gialle, non è previsto alcun limite agli spostamenti tra zone bianche. Verso le eventuali microczone rosse o arancioni, sono sempre consentiti gli spostamenti per motivi di lavoro, salute o situazioni di necessità. Oppure, anche per altri motivi, se in possesso di una ‘certificazione verde Covid-19', che dimostri l’avvenuta vaccinazione contro l’infezione, il risultato negativo a un tampone effettuate nelle precedenti 48 ore, oppure un documento che dimostri di essere guariti.

 

RISTORANTI E BAR – In zona bianca i bar e i ristoranti sono aperti senza limitazioni di orario, anche alla sera e anche al chiuso. Nessun tetto massimo per il numero di commensali se i tavoli sono all’aperto. È fissato invece a sei, anche non conviventi, quello per i locali all’interno. In ogni caso, va rispettato il distanziamento per evitare assembramenti e c’è ancora l’obbligo di indossare la mascherina per spostarsi nel locale. L’asporto e la consegna a domicilio non hanno limiti orari

 

Ultimo aggiornamento: 23:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA