Willy, l'autopsia: «Pestaggio violento, lesioni non solo a torace e addome»

Mercoledì 9 Settembre 2020
Willy, l'autopsia: «Pestaggio violento, lesioni non solo a torace e addome»

Com'è morto Willy Monteiro Duarte, il 21enne ucciso sabato scorso a Colleferro? Oggi è stato il giorno dell'autopsia sul corpo del giovane di origini capoverdiane, massacrato in quello che è stato definito un pestaggio violento, che ha lasciato su di lui un quatro chiaro, ha detto all'Adnkronos il professor Saverio Potenza. È stato quest'ultimo oggi pomeriggio ad effettuare l'esame al policlinico Tor Vergata di Roma, alla presenza dei consulenti di parte: ciò che è emerso, ha detto, è un politraumatismo importante con più lesioni in più organi in diversi distretti del corpo e non solo nella zona del torace e dell'addome.

Leggi anche > Il testimone: «Così è morto Willy, saltavano su di lui steso a terra»

Le lesioni sono dovute a colpi portati e a cadute e dovrà stabilirsi ora quali agli uni e quali all'altra. «Al momento abbiamo acquisito tutti i dati necessari per poter liberare anche il corpo e restituirlo ai genitori - spiega il professor Potenza - Abbiamo fatto tutti i rilievi necessari imprescindibili, ora vanno messi insieme tutti gli elementi acquisiti e fare un ragionamento medico-legale anche col supporto dei vari esami di lavoratorio che devo ancora avviare. Sarà necessario fare un quadro generale e dal particolare ricostruire la dinamica dell'evento».

Ci vorranno ora 60 giorni per depositare la consulenza, l'autorizzazione a effettuare gli esami di laboratorio che verranno fatti nelle prossime settimane, istologico e tossicologico che verrà disposto, quest'ultimo in un secondo tempo se il magistrato lo riterrà necessario. 

Ultimo aggiornamento: 19:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA