Dj morta, lo sfogo del padre: «Viviana è stata uccisa, le indagini sono state superficiali»

Mercoledì 7 Ottobre 2020

Viviana Parisi è stata uccisa. Questa è ormai la convinzione della famiglia della dj trovata morta insieme al figlio Gioele poco lontano dall’autostrada Messina-Palermo. A parlare è il padre della donna che punta il dito contro chi ha condotto le indagini definendole superficiali e con delle falle importanti che potrebbero aver compromesso la verità dei fatti.

 

Leggi anche > Domenico e Angelica, morti due fidanzati di 19 e 17 anni in un frontale contro suv: la loro Fiat 600 ha preso fuoco

 

Intervistato a Storie Italiane Luigino Parisi spiega: «Volevano chiudere subito il caso classificandolo come un omicidio-suicidio», ma secondo lui la verità è un'altra e la donna potrebbe essere stata uccisa e poi abbandonata nei boschi in cui è stata trovata dopo l'incidente automobilistico avvenuto sull'autostrada. Parisi poi aggiunge spiegando cosa è accaduto il giorno in cui è stata denunciata la scoperta della figlia e del nipote: «quel giorno sono stati chiamati perché mia figlia si era dispersa nel bosco e sono stati bloccati dalla polizia a Sant’Agata di Militello fino a notte fonda mentre, invece, sarebbero potuti arrivare sul posto e avrebbero potuto trovare mia figlia e mio nipote vivi».

 

Anche Daniele Mondello, marito della donna e padre del bambino, ha parlato di grandi ritardi nelle ricerche che non sarebbero state condotte in modo adeguato secondo l'uomo. Subito dopo la scomparsa la famiglia Mondello e diversi parenti, amici e volontari scelsero di collaborare con le autorità per cercare di ritrovare mamma e figlio, purtroppo però i due sono stati trovati già morti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA