Vittoria, annegata a 5 anni: disposta l'autopsia. I bagnini: «Noi in pausa pranzo? C'è sempre qualcuno»

Aperta un'inchiesta sulla morte della bambina di Torre Annunziata, disposta l'autopsia

Vittoria, annegata a 5 anni: disposta l'autopsia. I bagnini: «Noi in pausa pranzo? C'è sempre qualcuno»
2 Minuti di Lettura
Lunedì 13 Giugno 2022, 09:07 - Ultimo aggiornamento: 09:23

Vittoria aveva 5 anni, una sorellina nata da poco e tutta l'estate d'avanti da passare al mare e forse imparare a nuotare. Ma non ne ha avuto il tempo: la bimba è morta all'ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia dopo aver trascorso più di due ore riversa nello specchio d'acqua davanti al lungomare di Torre Annunziata. Saranno ora un'inchiesta e l'autopsia a stabilire modalità e cause della morte, intanto ci si interroga su come - in una spiaggia gremita in un sabato di giugno - nessuno si sia accorto di quella bambina in pericolo. 

Vittoria Scarpa è stata ripescata a 80 metri dalla riva dopo più di due ore in mare. L'allarme è scattato poco dopo le 13, quando mamma Mina ha cominciato a preoccuparsi per l'assenza della piccola che era andata a giocare sul bagnasciuga. Era stata avanzata l'ipotesi che a quell'ora gli addetti al soccorso bagnanti fossero distratti dalla pausa pranzo, ma i bagnini sentiti dal Tg3 hanno smentito categoricamente: «Io ero qui, verso le 14 ho visto la signora spaventata che cercava la figlia. Abbiamo iniziato a cercare, ma dopo un'ora e mezza la bambina ancora non si trovava», ha spiegato uno di loro. «C'è sempre qualcuno che guarda, non si può abbandonare la postazione», gli ha fatto eco un collega. 

Sarà ora compito della Procura dare una spiegazione, ma l'ipotesi che sembra prendere sempre più corpo è quella di una tragica fatalità. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA