Virginia, positiva tre volte al Covid: «Ancora non so che varianti ho avuto»

Lo sfogo della donna dopo la negativizzazione: «Uno può prendersela con i no-vax, ma tutta questa confusione non è colpa loro»

Martedì 11 Gennaio 2022 di Enrico Chillè
Virginia, positiva tre volte al Covid: «Forse era Omicron, ma non lo so. Cittadini non tutelati, non è colpa dei no-vax»

Tra i reinfettati da Omicron potrebbe esserci anche Virginia Coccia, una donna romana, sposata con due figli, che in meno di un anno è risultata positiva per ben tre volte. Il condizionale è d’obbligo, come spiega la diretta interessata, negativizzatasi dal Covid pochi giorni fa: «La mia dottoressa, temendo potesse trattarsi della nuova variante, ha subito avvisato la Asl per sequenziare il mio tampone. Sono stata contattata e, da quanto ho capito, hanno recuperato il molecolare nel centro di analisi, ma da allora non ho più saputo nulla».

 

Leggi anche > Covid, in aumento i casi di reinfezione. Gimbe: «Chi ha avuto Delta si contagia con Omicron»

 

«Abbiamo capito che nel sistema di gestione del Covid c’è qualche falla, c’è molta meno efficienza rispetto a un anno fa, anche per esempio per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti delle famiglie in isolamento. Purtroppo lo sappiamo bene per esperienza. Uno può prendersela con i no-vax magari a livello ideologico, ma il vero problema è lo Stato che non tutela i cittadini» - spiega ancora Virginia Coccia - «L’emergenza ha costretto il Governo, in certi casi, a permettere alle persone di uscire dall’isolamento con i tamponi rapidi, eppure sembra che Omicron sfugga agli antigenici. Mia madre, ad esempio, era risultata negativa al rapido e positiva al molecolare. Siamo in piena quarta ondata e tanti centri dove venivano eseguiti i tamponi, una volta chiusi, non sono stati più riaperti. Questo non è certo colpa dei no-vax».

Ultimo aggiornamento: 11:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA