Lecce, vigilessa interrompe funerale e chiede i nomi dei presenti: scoppia il caos

Lunedì 11 Maggio 2020

Per più di qualcuno si è trattato di un eccesso di zelo per garantire il rispetto della legge in un momento di emergenza sanitaria coronavirus. Per altri di una totale mancanza di rispetto del dolore. Fatto sta che a distanza di nemmeno un mese a Lecce si registra la seconda denuncia di atteggiamenti ritenuti poco consoni da parte di agenti dei vigili urbani.

Dopo il caso della vigilessa che fermò per un quarto d'ora un medico che si recava in sala operatoria, ieri è stato il caso del funerale di una trentunenne in cui una vigilessa interrompe il funerale per chiedere i nomi dei presenti. E' scoppiato il caos, con la furia dei parenti del defunto. in particolare della madre: «Inaccettabile persecuzione». Il fatto è stato riportato dal Quotidiano di Puglia.

Ultimo aggiornamento: 17:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA