Venezia, nave da crociera contro battello e banchina. Quattro in ospedale, persone cadute in acqua. «Blackout dei comandi»

Domenica 2 Giugno 2019

Incidente incredibile a Venezia, dove una nave da crociera si è schiantata contro un battello turistico e la banchina nel canale della Giudecca. Alcuni passeggeri sono finiti in acqua e ci sono feriti. Sono quattro le persone portate in ospedale, si tratta di turiste straniere. Tutte avrebbero contusioni non gravi. Si trovavano sul battello fermo in ormeggio, il River Countess. L'incidente sarebbe stato causato da un blackout della nave Msc.
 

 

Ci sono almeno 5 feriti, tra i passeggeri del battello turistico contro il quale si è scontrata stamane nel porto di Venezia una nave della compagnia 'Msc'. Quattro sono stati portati a loro volta in ospedale a scopo precauzionale. Non si conosce ancora la nazionalità dei contusi. Dei feriti, 4 erano a bordo del battello e uno nella nave da crociera.

COSA E' SUCCESSO
La grande nave Opera Msc stava transitando nel canale della Giudecca trainata da due rimorchiatori, qualcosa però è andato storto all'attracco al molo di San Basilio, i rimorchiatori non sono riusciti a governare lo scarrocciamento della nave da crociera che si è diretta verso la riva, dove era ormeggiato il battello. Lo scontro con la banchina e con la nave è stato inevitabile: la grande nave ha colpito il battello e ha proseguito con l'inerzia appoggiandosi alla poppa dell'imbarcazione. I vigili del fuoco sono impegnati nelle operazioni di messa in sicurezza. Sono 4 turiste straniere, di età tra i 67 e 72 anni, le persone rimaste ferite. Di queste, una donna americana è già stata dimessa dopo le cure al pronto soccorso.

Le altre tre - spiega la direzione dell'Usl - sono una neozelandese e due australiane; una di loro, una 67enne, è in condizioni un pò più serie, e viene valutata dai medici. Non sono gravi; hanno subito traumi ortopedici, cadendo o fuggendo a a terra al momento dello scontro. C'è stato un blackout sulla nave da crociera Msc Opera, dice all'Adnkronos Davide Calderan, amministratore della società Panfido che gestisce i rimorchiatori: «Quello che è successo è che la nave ha avuto un blackout ai comandi della plancia che si è verificato all'altezza della chiesa del Redentore. L'anomalia è stata subito comunicata dalla Msc al rimorchiatore, ma la marcia della nave è rimasta innestata col motore che è passato da una velocità di 5,5 nodi a una di 6».

LE POSSIBILI CAUSE
Sono due le ipotesi al momento al vaglio degli inquirenti sulle possibili cause dell'incidente di questa mattina che ha visto coinvolta la nave da crociera Msc Opera nel canale della Giudecca, a Venezia. Secondo la versione formulata dai Vigili del Fuoco, la nave avrebbe urtato il barcone turistico e sarebbe andata a sbattere poi contro la banchina di San Basilio a causa della rottura del cavo di traino del rimorchiatore. Un'altra ipotesi al vaglio è che si sia verificato un danno alla meccanica della nave e il rimorchiatore, nel tentativo di correggere la rotta, abbia procurato la rottura del cavo di traino. Nel frattempo in rete stanno diventando virali i video girati da chi si trovava nei pressi dell'area.

Questa la ricostruzione fatta dalla compagnia Msc: «Questa mattina, intorno alle 8.30, MSC Opera in manovra di avvicinamento al terminal Vtp per l'ormeggio ha avuto un problema tecnico. La nave era accompagnata da due rimorchiatori e ha urtato la banchina all'altezza di San Basilio. Contestualmente si è verificata una collisione con il battello fluviale». «Sono in corso - prosegue la nota - tutti gli accertamenti per capire l'esatta dinamica dei fatti, la compagnia sta assicurando la massima collaborazione ed è in contatto costante con le autorità locali». La nave al momento, spiega la società, è in attesa della messa in sicurezza del battello fluviale e del completamento delle operazioni di sbarco dei passeggeri dello stesso. Non appena ricevuta l'autorizzazione, si sposterà per essere ormeggiata in banchina a Marittima, come previsto, per iniziare le operazioni di imbarco e sbarco dei passeggeri

Ultimo aggiornamento: 20:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA