Vaccino obbligatorio. Prof, poliziotti, carabinieri: da oggi chi rifiuta il siero è fuori

Previste sanzioni salate. Via arma e distintivo ai no vax irriducibili tra le forze dell'ordine

Mercoledì 15 Dicembre 2021 di Lorena Loiacono

Docenti e forze dell’ordine: per loro, da oggi, il vaccino anti-Covid diventa obbligatorio. Chi non ce l’ha, resta fuori e senza stipendio. Parte la linea dura sui no vax, dunque, anche sul posto di lavoro. A rischio quindi nei prossimi giorni la sospensione dal servizio, con effetto anche sugli scatti di anzianità, per oltre centomila persone.

 

Stato d’emergenza e stretta sui viaggi, l’Italia si blinda nel giorno con più morti

 

 

Covid, il bollettino del 14 dicembre 2021: 20.677 contagi e 120 morti

 

Crollo nascite per il Covid: nel 2021 12.500 bimbi in meno. De Palo: «Sostegno alle famiglie»

 

FORZE DELL’ORDINE. Sono circa 50mila i non vaccinati tra poliziotti, carabinieri e forze armate. La circolare emanata dal Viminale per le forze dell’ordine prevede che tutto il personale, anche quello assente per legittimi motivi, deve presentare la documentazione dell’avvenuta vaccinazione. Se la documentazione non arriva, scatta l’invito a presentarla entro 5 giorni, altrimenti il lavoratore sarà sospeso senza stipendio. Non solo, è previsto anche il ritiro temporaneo della «tessera di riconoscimento, la placca, l’arma in dotazione e le manette».

 

DOCENTI E BIDELLI. Da oggi scatta l’obbligo anche per tutti coloro che lavorano nelle scuole, dai docenti ai bidelli e i presidi: si tratta di circa 60mila persone in tutta Italia. Anche nel caso dei docenti, chi non è in regola riceve l’invito a presentare la documentazione. Senza certificato, arriva la sospensione. I controlli avvengono attraverso il sistema informatico Sidi, lo stesso usato negli istituti per il green pass di base, che consente ai dirigenti scolastici di controllare lo stato vaccinale delle ultime 72 ore del personale in servizio in ogni scuola. Ci sarà un sistema di alert per segnalare possibili mutamenti dello status con le scritte: “In regola” o “Non in regola”. Chi non è in regola ha 5 giorni per presentare la prenotazione del vaccino o, eventualmente, l’esenzione per patologia. Nei 5 giorni può lavorare esibendo il green pass di base.

 

SANZIONI SALATE. Se un agente di polizia o un agente vengono trovati in servizio senza vaccinazione prendono una multa da euro 600 a euro 1.500 e la sanzione, da 400 a mille euro, tocca anche a chi doveva controllarlo e non lo ha fatto.

Ultimo aggiornamento: 09:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA