Disabile uccide la moglie per strada e si toglie la vita, su Facebook aveva annunciato la tragedia: «Vivevo in un film, ora quel film è finito»

Domenica 27 Settembre 2020 di Alessia Strinati
Antonino La Targia

Ha sparato 6 colpi di arma da fuoco contro la moglie da cui si stava separando e poi si è tolto la vita. Antonino La Targia, 46 anni, da due sulla sedia a rotelle per un incidente in moto, avrebbe però annunciato su Facebook l'omicidio della moglie Maria Masi, 42 anni, avvenuto al civico 150 di via Druento di Venaria, comune alle porte di Torino nella serata di sabato.

Leggi anche > Torino, uccide la moglie sparandole in strada e poi si toglie la vita: la coppia si stava separando. La pistola era rubata

La coppia, genitori di due ragazzi di 11 e 14 anni, si stavano separando. Pare che Targia abbia incontrato la moglie in strada e l'abbia poi uccisa con sei colpi di pistola. Successivamente è andato nel suo appartamento e si è tolto la vita. Sembra però che l'omicida avesse palesato le sue intenzioni sui social, qualche giorno prima della tragedia. «Mi è sembrato di vivere in un film, ora quel film è finito», aveva scritto sulla sua pagina Facebook, un messaggio che alla luce dei fatti assume un significato preciso.

Antonio La Targia era costretto sulla sedia a rotelle a seguito di un incidente di moto. Pare che in passato avesse già minacciato la moglie, al punto da spingere la famiglia di lei ad attivare un codice rosso, un provvedimento che rende più rapida l'instaurazione del procedimento penale. Ora gli inquirenti stanno cercando di capire il motivo per cui i due si fossero incontrati. La donna è stata trovata morta vicino alla sua auto; l'ipotesi è che abbiano avuto un litigio e mentre lei era intenta a salire sulla vettura per andarsene l'abbia uccisa. 

Ultimo aggiornamento: 15:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA