Treni Covid free da Roma a Milano. Battisti: test prima di salire a bordo e test ai passeggeri

Lunedì 8 Marzo 2021
Ferrovie dello Stato lancia i Frecciarossa Covid free e il primo treno sanitario: «Primi in Europa»

Al via i primi Frecciarossa Covid free nella tratta Roma-Milano: si tratta di una delle 3 iniziative intraprese dal Gruppo Ferrovie dello Stato, «che va nell'ottica della fiducia e del rilancio. Realizzeremo nei primi di aprile i treni Covid free, dei Frecciarossa che viaggiano in sicurezza». Ad annunciarlo è Gianfranco Battisti, amministratore delegato e direttore generale del Gruppo Fs, nel corso della presentazione del treno sanitario e dell'hub di Roma. Che sono le altre due iniziative lanciate dall'azienda nell'ottica della ripartenza dalla pandemia da coronavirus. Alla prima tratta - «che è in fase di test», si apprende - si conta di aggiungere «in assoluta sicurezza» altre mete turistiche «come Firenze e Venezia».

 

Le altre iniziative

«Oggi è un giorno importante, perché presentiamo tre iniziative importanti assieme a due grandi istituzioni del Paese: la protezione civile e la Croce Rossa», collaborando anche con «la Regione Lazio, la Regione Lombardia e il Ministero della Salute» e l'Agenzia Regionale Emergenza Urgenza della Lombardia (Areu), ha dichiarato l'amministratore delegato di Ferrovie dello Stato. Gli altri due progetti comprendono la creazione di un hub vaccinale di fronte alla stazione Termini di Roma, che «permetterà di vaccinare 1.500 persone al giorno». L'altra grande novità è il treno sanitario, ha ricordato Battisti: «Il treno è realizzato in nostre officine di Voghera. È dotato di 8 carrozze che possono trasportare fino a 21 malati. Non sarà solo legato al Covid. È un treno che può circolare in tutta Europa ed è il primo di questo tipo in Europa».

 

Il treno sanitario e l'hub di Termini

Il treno sanitario è dotato di personale dedicato su carrozze equipaggiate con specifiche attrezzature mediche, e potrà essere messo a disposizione per la gestione di emergenze nazionali o internazionali. Il treno verrà utilizzato per il trasporto pazienti verso altre zone d'Italia o all'estero per alleggerire la pressione sulle strutture ospedaliere, oltre a rappresentare un'integrazione al servizio sanitario territoriale per la gestione delle emergenze, in caso di utilizzo come Posto Medico Avanzato.

 

«Questo treno - ha proseguito Curcio - è uno strumento che sarà, dico purtroppo vista la situazione, certamente utile per l'emergenza di oggi e del futuro. Credo che possiamo essere orgogliosi di quello che tutti stiamo facendo». L'hub di Roma Termini, inaugurato nei giorni scorsi, è il primo hub ferroviario italiano. È stato realizzato in una struttura, allestita in un'area del Gruppo Fs Italiane in piazza dei Cinquecento, ed è dotato di 21 postazioni vaccinali, di cui due dedicate alle persone con disabilità.

 

 

Le presenze

Il treno sanitario e il polo delle vaccinazioni anti-Covid nell'hub ferroviario di Roma Termini aiuteranno il Paese a fronteggiare la pandemia da coronavirus ancora in corso. Alla presentazione, oltre all'Amministratore Delegato e direttore generale di Ferrovie dello Stato Gianfranco Battisti, sono stati presenti anche il Ministro della Salute Roberto Speranza, il capo del Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il Presidente Nazionale della Croce Rossa Italiana Francesco Rocca.

Ultimo aggiornamento: 14:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA