Terremoto in Calabria, scossa di magnitudo 4.3 in mare a Vibo Valentia. Paura anche a Lamezia e Catanzaro. Evacuati uffici e scuole

La profondità del terremoto, secondo l'Istituto nazionale di geofisica, é stata di dieci chilometri. Stop ai treni

Giovedì 20 Gennaio 2022

Una scossa di terremoto di magnitudo 4.3 é stata registrata alle 10.19 fa in Calabria. Il sisma é stato avvertito, in particolare, nella zona del vibonese, dove sarebbe stato localizzato l'epicentro. La profondità del terremoto, secondo l'Istituto nazionale di geofisica, é stata di dieci chilometri. La scossa ha interessato, comunque, una vasta parte della Calabria. È stata avvertita distintamente anche a Lamezia Terme e Catanzaro e lungo la fascia tirrenica cosentina. Molta gente si è riversata in strada per la paura.

 

 

 

Il terremoto ha avuto l'epiecenti fra le zone più vicine all'epicentro Briatico e Pizzo Calabro, subito dopo Zambrone, Sant'Onofrio e Vibo Valentia. Ma la scossa è stata avvertita anche in alcune zone delle province di Catanzaro, Cosenza e Reggio.

 

 Molte scuole e uffici sono stati fatti evacuare. Nella maggior parte dei comuni in cui é stato avvertito il sisma gli alunni delle scuole elementari sono stati raccolti in luoghi aperti adiacenti gli istituti. Le operazioni di sgombero si sono svolte, comunque, ordinatamente e non si registra alcun ferito. Molte persone che si trovavano in casa sono uscite in preda a forte allarme. Le forze dell'ordine hanno avviato accertamenti per rilevare eventuali danni alle persone e alle cose che al momento, comunque, non vengono segnalati.

 

E' stata sopesa la circolazione dei treni lungo la fascia tirrenica della Calabria a causa della scossa di terremoto di stamattina. La sospensione riguarda i treni che effettuano il servizio lungo la linea Paola-Rosarno, a Tropea e tra Lamezia Terme e Catanzaro Lido. I tecnici di Rete ferroviaria italiana (Gruppo Fs italiane) stanno effettuando la ricognizione a bordo di carrelli ferroviari lungo le linee interessate per verificare le condizioni dei binari. Sono stati istituiti bus sostitutivi per i passeggeri delle linee coinvolte dalla sospensione.

 

 

La Protezione Civile: «Nessun danno»

«A seguito dell'evento sismico registrato questa mattina alle 10.19, in mare, al largo della costa calabrese, dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia a 10 Km di profondità con magnitudo ML 4.3, la Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile si è messa in contatto con le strutture locali del Servizio nazionale della protezione civile. Dalle verifiche effettuate l'evento risulta avvertito dalla popolazione, ma non sono stati segnalati, al momento, danni a persone o cose». Lo comunica la Protezione civile. (

 

Ultimo aggiornamento: 14:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA