Flavio e Gianluca, dolore ai funerali. Don Luca: «Fatta una stupidaggine, ma allarghiamo i cuori»

Lunedì 13 Luglio 2020
L'abbraccio tra le mamme

Dolore oggi al Duomo di Terni ai funerali di Flavio e Gianluca, i due ragazzi trovati senza vita nelle rispettive camere da letto e che sarebbero stati uccisi da un mix con metadone. «Questo evento resterà un'assurdità ingiusta». Lo ha detto il parroco, Don Luca Andreani, durante i funerali di Flavio e Gianluca. In questi giorni, ha ricordato il parroco, alcuni «hanno cercato di spiegare sociologicamente la causa dell'evento, smascherare il colpevole, come se questo potesse risolvere». Don Andreani si è poi rivolto alle famiglie. «Cari genitori davanti ai tanti ragionamenti e commenti spesso in cerca del o dei colpevoli tendono a portarci all'affermarsi in noi dei sensi di colpa. Attenti, non sono cristiani! Non sono da Dio! Non sono espressioni d'Amore!Non fatevene ingabbiare, i vostri figli ne soffrirebbero!», ha aggiunto don Luca Andreani. Toccante il passaggio rivolto ai ragazzi. «E se dovesse accaderci di ritrovarci arrabbiati con Flavio e Gianluca per questa "stupidaggine" che hanno fatto», ha continuato il parroco, «impariamo da Gesù, a non fissarci lì sul loro errore, sulla nostra rabbia, ma a riallargare cuore e sguardo su di loro, sulla unicità e bellezza del loro mistero di Figli di Dio, e di figli di Fabio e Silvia e di Maria e Luigi, liberando i nostri e i loro cuori con una rinnovata scelta d'Amore». «Sapete ragazzi: l'amicizia fortissima tra Flavio e Gianluca ha illuminato anche i loro genitori e tutti noi», ha sottolineato don Luca.

Ultimo aggiornamento: 17:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA