Terribile schianto sulla Flaminia: Francesco e Davide muoiono a 20 anni, uno è figlio di un noto ristoratore

Terribile schianto sulla Flaminia: Francesco e Davide muoiono a 20 anni, uno è figlio di un noto ristoratore
SPOLETO - Uno schianto terribile. L'auto, una Mini Cooper, che perde aderenza e si gira su se stessa, per poi finire su un fianco e scontrarsi con una Fiat 500 che viaggiava nell'opposta direzione di marcia. La tragedia di Santo Stefano si è consumata martedì sera, intorno alle 22, alle porte della città, all'altezza dell'inizio della quattro corsie.



Ad avere la peggio i due occupanti della Mini,  morti durante il trasporto in ospedale. Al volante dell'auto, che viaggiava in direzione Spoleto, un 21enne della provincia di Ancona, mentre al suo fianco viaggiava un ventenne pugliese. Ferita la donna seduta sul lato passeggero della Fiat, una 48enne di Assisi, che è stata trasportata in ospedale, a Foligno, per accertamenti. 



La vittima marchigiana è Francesco Tridenti, anconetano ma residente a Sirolo, giovane cuoco e figlio di un noto ristoratore, il titolare della locanda Rocco nella cittadina della riviera del Conero. L'altro è Davide Vitale, un coetaneo ventenne orginario di Foggia.



Praticamente illeso l'uomo alla guida dell'utilitaria, un 49enne di Assisi. Le condizioni dei due ragazzi sono subito apparse disperate: i vigili del fuoco del distaccamento di Spoleto hanno lavorato quasi un'ora per estrarli dalle lamiere. Poi la corsa in ambulanza, a Spoleto e a Terni, dove i due ragazzi sono purtroppo giunti senza vita.



Il tratto della Flaminia interessato dall'incidente è stato chiuso per circa un'ora, poi la circolazione è ripresa a senso unico, con obbligo di tornare indietro per chi, da Spoleto, era diretto verso Foligno. Sul posto, per i rilievi, i carabinieri della Compagnia di Spoleto, mentre gli agenti del Commissariato si sono occupati della viabilità. 


 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 27 Dicembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 22:03