«Sono naziskin, antisemita e omofobo», i post choc del candidato a Fondi Christian D'Adamo

Mercoledì 26 Agosto 2020
«Sono naziskin, antisemita e omofobo», i post choc del candidato a Fondi Christian D'Adamo

Christian D'Adamo ha 32 anni, è candidato come consigliere comunale alle prossime elezioni amministrative a Fondi nella lista civica 'Giulio Mastrobattista sindaco'. Mastrobattista è il candidato a sindaco di Fratelli d'Italia per il comune in provincia di Latina. Sui social si definisce laziale e fascista, Naziskin, Negazionista, Omofobo, Xenofobo, antidemocratico, anticostituzionale, anticomunista, antisemita. Le immagini che pubblica sono inequivocabili: saluto romano, maglia con il volto di Mussolini e bandiera tricolore con l'aquila alle sue spalle.

Leggi anche > Covid, «Salvini a Benevento senza mascherina»: e Mastella lo multa

L'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia ne ha chiesto le immediate dimissioni: «Naziskin, Negazionista, Omofobo, Xenofobo, antidemocratico, anticostituzionale, anticomunista, antisemita. Lo scrive lui sul suo profilo Twitter. Espellerlo immediatamente in quanto totalmente incompatibile a livello ideologico e morale con la carica per cui compete». Così in un comunicato su Facebook l'Anpi di Fondi. «Un braccio alzato - conclude la nota - può essere un gesto fraintendibile, ma tacere su una simile questione sarebbe solo un atto di condivisione con simili aberranti valori».

Il senatore e coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia Latina, Nicola Calandrini ha preso le distanze da D'Adamo: «Cristian D'Adamo non è un candidato di Fratelli d'Italia, né è iscritto o può dirsi esponente del nostro partito - ha dichiarato - Fa parte di una lista civica dentro una coalizione guidata da Fratelli d'Italia per Giulio Mastrobattista sindaco. Chi associa la figura di Cristian D'Adamo a Fratelli d'Italia ne risponderà in tribunale. Non tollereremo alcun tentativo di infangare Fratelli d'Italia associandolo a concetti e persone che non ci appartengono». 

«Chi si definisce nazista, fascista, xenofobo, omofobo e che vanta ideologie antidemocratiche non è neppure lontanamente compatibile con Fratelli d'Italia né con una coalizione alla quale prende parte Fratelli d'Italia. Ho immediatamente chiesto al candidato sindaco di Fondi Giulio Mastrobattista di attivare qualunque procedura per espellere dalla lista 'Giulio Mastrobattista sindaco' il candidato consigliere Cristian D'Adamo e per escluderlo dalla coalizione che lo sostiene. In Fratelli d'Italia, e nelle coalizioni di cui facciamo parte, non c'è posto per persone come lui, ne mai ci sarà», conclude Calandrini. 

Presa di posizione anche dai alcuni tifosi della Lazio attraverso il profilo twitter "Lazio e Libertà Aps", l'associazione di Promozione Sociale per l’integrazione culturale e sportiva, la negazione di ogni forma di discriminazione razziale, religiosa e politica. «Il nostro disappunto per l'uso dei colori e dei simboli della @OfficialSSLazio - si legge in un tweet - e l'accostamento a immagini espressamente nazi-fasciste di un candidato alle elezioni di #Fondi Auspichiamo che venga indagato per apologia del Fascismo ed estromesso dalla corsa elettorale. #antifa». 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA