Si sveglia dopo l'anestesia, il barelliere la molesta: arrestato

Martedì 24 Ottobre 2017
Si sveglia dopo l'anestesia, il barelliere la molesta: arrestato

Quando si è risvegliata dall'anestesia dopo un intervento chirurgico, è stata molestata da un barelliere in servizio all'ospedale Cervesi di Cattolica. L'ha denunciato una venticinquenne originaria del Bangladesh. L'indagato, un uomo di 66 anni di origini pugliesi residente in Valconca (entroterra Riminese), è stato arrestato stamattina dalla compagnia dei carabinieri di Riccione. I fatti risalgono al 18 settembre scorso. La giovane, ricoverata in ospedale per sottoporsi a un'operazione che prevedeva l'anestesia generale, ha raccontato che quando si è svegliata l'uomo avrebbe iniziato a toccarla nelle parti intime.

La giovane, ancora stordita dall'anestetico, non era stata in grado di reagire. Le molestie si sarebbero ripetute anche all'interno dell'ascensore, mentre il barelliere stava riaccompagnando in camera la paziente. La donna, in lacrime, aveva raccontato tutto alle compagne di stanza, parlando in inglese: «Old man, bad man», aveva detto. L'ospedale aveva quindi disposto un'indagine interna per fare luce sulla vicenda. Il marito della ragazza aveva poi contattato i carabinieri della compagnia di Riccione, guidata al capitano Marco Califano, e aveva sporto denuncia. L'inchiesta ha ora portato all'arresto del sessantenne. L'uomo si trova ai domiciliari ed è accusato di violenza sessuale aggravata.

Ultimo aggiornamento: 22:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA