Sarto cinese chiude il negozio e si mette in quarantena: «Lo faccio per la serenità dei clienti»

Lunedì 17 Febbraio 2020
Sarto cinese chiude il negozio e si mette in quarantena: «Lo faccio per la serenità dei clienti»

Ha deciso di mettersi in autoquarantena pur non avendo alcun sintomo del Coronavirus. Succede a Foggia, dove un noto commerciante ha lasciato un biglietto sulla porta della sua attività in cui avvisa i clienti: «Sto bene, le mie condizioni di salute sono buone  - afferma Tong, titolare del negozio Pronto Moda Lisa Sartoria di Foggia -, ho deciso da solo di chiudere il negozio. L'ho fatto per tranquillizzare tutti i miei clienti», l'uomo ha 38 anni ed è un sarto affermato nella zona. «Sono rientrato in Italia il 5 febbraio dopo essere stato 13 giorni in Cina. Il mio paese è molto lontano da Wuhan, la città da cui è iniziata l'epidemia del Coronavirus. Per raggiungerlo occorrono almeno tre ore di volo». Che le condizioni di salute di Tong siano ottime è confermato anche da alcuni negozianti della zona. «Sta bene, sta solo aspettando di riaprire», raccontano i suoi colleghi.
(Foto da ImmediatoTv)

Ultimo aggiornamento: 23:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA