Resti umani in un sacco trovato lungo un fiume: poco lontano i vestiti di una donna. L'ipotesi: forse il corpo di Saman Abbas

Un sacchetto con alcune ossa umane è stato ritrovato sull’argine del fiume Tiepido, vicino a Maranello. Indagini in corso

Resti umani in un sacco trovato lungo un fiume: poco lontano i vestiti di una donna. L'ipotesi: forse il corpo di Saman Abbas
di Emilio Orlando
3 Minuti di Lettura
Lunedì 4 Aprile 2022, 16:04 - Ultimo aggiornamento: 5 Aprile, 15:37

Sono in corso indagini a Modena dopo il ritrovamento di un sacco di cellophane con all'interno alcune ossa, sull'argine del fiume Tiepido, nel territorio comunale di Maranello. Il sacco è stato trovato ieri da un uomo che passava di lì e ha avvisato i carabinieri. Tra le ipotesi, anche che i resti possano essere quelli di Saman Abbas.

 

Saman, lo zio arrestato in Francia. E' accusato di aver ucciso la nipote 18enne

 

Nelle vicinanze del sacchetto c'erano dei vestiti, apparentemente da donna. Procede il nucleo investigativo dell'Arma modenese e i resti, un teschio e qualche altro frammento, sono stati affidati alla Medicina legale, per le analisi e il tentativo di arrivare a un'identificazione che al momento ancora non c'è. Si inizierà ovviamente dalle denunce delle persone scomparse negli ultimi mesi. 

Ora i resti si trovano all’istituto di Medicina legale, per le analisi e per il tentativo di arrivare ad un’identificazione, poi scenderanno in campo anche i carabinieri del Ris. Ma parallelamente le indagini verteranno sulle denunce di persone scomparse e sulle inchieste in corso.

Tra le ipotesi investigative anche quella che i resti scheletrici possano appartenere a  Saman Abbas, la diciottenne scomparsa il 30 aprile 2021 da Novellara a Reggio Emilia.I carabinieri e la procura reggiana ipotizzano che sia stata uccisa dai suoi familiari. Di recente è stata chiusa l'inchiesta a carico di cinque persone per omicidio e soppressione di cadavere. I resti, un teschio e altre ossa, in un sacchetto di cellophane con vicino degli abiti femminili, sono stati segnalati da un passante in un percorso ciclopedonale sull'argine del fiume Tiepido.

© RIPRODUZIONE RISERVATA