Roma, ragazza di 20 anni sventa un furto in un negozio, ma i tre malviventi si vendicano e le incendiano l'auto

Mercoledì 31 Marzo 2021 di Emilio Orlando
auto_bruciata_vendetta_roma

Vede i ladri in azione, avverte il proprietario del negozio ed evita il furto. Ma i malviventi si “vendicano” per essere stati scoperti: così una ragazza di 20 anni, cittadina modello, vede la propria auto in fiamme. Incendiata per ritorsione. 

 

Leggi anche > «Ha fatto la cosa giusta Voglio incontrarla, non deve sentirsi sola»


Accade a Roma, quartiere Centocelle. E accade tutto in pochissimo tempo, per di più a pochi metri da un bar dove si stava consumando un delitto. 


I tre malviventi stavano forzando la serranda di un concessionario di moto, quando la ragazza - che rientrava a casa - ha chiamato il proprietario (che conosceva) mettendoli in fuga. Via dei Glicini è una strada parallela alla principale strada dello “shopping”. La 20enne, di famiglia perbene, ha avvertito strani rumori. 

 


Erano le 21.30 di lunedì scorso. Insospettita anche se molto spaventata, si è avvicinata per vedere meglio quando ha notato tre uomini che stavano forzando l’ingresso dell’officina di motociclette. Il suo senso civico le ha suggerito di avvisare il commerciante. Quando i ladri, probabilmente stranieri dell’est Europa, hanno capito che in poco minuti sarebbe arrivata la Polizia, si sono allontanati ma hanno continuato a tenere d’occhio la ragazza per scoprire dove aveva parcheggiato la sua auto. Una Fiat 500 bianca. 

 


Uno dei banditi, con sangue freddo e voglia di vendetta, ha quindi trovato il tempo per cospargere la vettura di benzina. Dopo aver rotto i vetri, ha appiccato le fiamme proprio sotto gli occhi della 20enne. Uno choc dopo l’altro. I tre non sono ancora stati individuati dalle forze dell’ordine, così la giovane vive nell’angoscia dopo aver già visto andare in fumo l’auto. 

 


Una storia, questa, che non è giusto mettere in sordina. Chi ha denunciato un reato in corso, ora si trova nella scomoda situazione di temere ancora. Furti e rapine sono in aumento, soprattutto durante gli orari del coprifuoco notturno quando Roma è deserta. La gente ha paura. Nel 2019 ad esempio a Centocelle ci sono stati diversi incendi ad attività commerciali che avevano collaborato con le forze dell’ordine per provare a sconfiggere lo spaccio di droga, quesi certamente gestito da marocchini. 

 

Ultimo aggiornamento: 2 Aprile, 13:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA