Il ristorante non trova cuochi e chiude di lunedì. «Sono andati tutti a lavorare al mare»

Sabato 30 Aprile 2022
Il ristorante non trova cuochi e chiude di lunedì. «Sono andati tutti a lavorare al mare»

Il ristorante resta senza cuochi, e finisce per chiudere al lunedì. Accade a Portogruaro, dove i proprietari del rinomato ristorante 'Vecchio Pilsen' hanno deciso di correre ai ripari in questo modo dopo che si sono ritrovati a corto di personale: un problema non legato al salario - a quanto dicono gli stessi proprietari - ma del fatto che in tanti siano andati a fare la stagione al mare, scrive oggi il quotidiano Il Gazzettino.

 

Da studente a prof in pochi giorni: Andrea, 23 anni, assunto in un liceo. «Non si trovano più docenti»

 

«Stiamo cercando cuochi e aiuto cuochi - spiega Andrea Acampora, che con il fratello Matteo ha ereditato l’attività di famiglia - purtroppo quelli che hanno lavorato fino a ora sono andati a fare la stagione al mare. Si sa che pur di avere un professionista nel team si punta ad alzare lo stipendio, considerando che al mare a volte lavorano anche tutti i giorni della settimana». «Noi eravamo aperti tutti i giorni - racconta Andrea - il personale però ruotava nei turni, rispettando in questo modo il giorno di riposo. Sono convinto infatti che se si lavora senza affannarsi si vive meglio e allo stesso modo si produce di più. È fondamentale che il personale si riposi per poter lavorare poi con serenità». 

 

«Puntiamo a far restare il personale che è un valore importante per l’attività - continua Andrea - lavorando 6 giorni a settimana, 8 ore al giorno, tutto rigorosamente in regola con le ferie naturalmente, si parte da 1500 netti al mese per arrivare a 2500. Abbiamo cercato ovunque ma abbiamo avuto solo una risposta, da un pensionato che vorrebbe tornare a lavorare». «Con l’inizio della stagione balneare sul litorale il disagio si accentua. Io stesso sto cercando delle figure commerciali per le altre due mie attività ma non riesco a trovare nessuno». 

Ultimo aggiornamento: 12:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA