Ristorante della Camera dei deputati riaperto la sera, il Codacons: «Diversi da tutti gli altri, li denunceremo»

Martedì 27 Ottobre 2020
Riapre il ristorante della Camera dei deputati, il Codacons: «Diversi da tutti gli altri, li denunceremo»

Il ristorante della Camera dei deputati è nell'occhio del ciclone perché non rispetterebbe le regole di chiusura imposte dall'ultimo Dpcm per frenare l'avanzata del coronavirus. «La riapertura del ristorante alla Camera? E' un fatto grave: li denunceremo alla magistratura per abuso di atti d’ufficio, perché si sono qualificati ancora una volta come cittadini diversi da tutti gli altri italiani, che invece sono costretti a mangiare a casa la sera», dice all’Adnkronos il presidente del Codacons Carlo Rienzi.  

 

Leggi anche > Decreto ristori, il premier Conte: «Contributi a fondo perduto sul conto corrente da metà novembre. Rispettiamo misure o rischio lockdown»

 

La denuncia arriva dopo la notizia della riapertura, a partire da oggi, del ristorante di Montecitorio dal lunedì al giovedì per un massimo di 40 deputati a sera. «La Camera evidentemente - ironizza Rienzi - si considera un alberghetto di buona categoria, perché è l’unica che può tenere un ristorante aperto mentre i ristoranti di tutto il resto d’Italia sono costretti a chiudere. A questo punto troveremo tutti una scusa per andarli a trovare, e poter usufruire anche noi del loro servizio».

 

I parlamentari sono stati avvisati con un sms: «Dal lunedì al giovedì, presso i locali della ristorazione al piano Aula avrà luogo un servizio mensa con orario 19-21. Il servizio è attivo da oggi, 27 ottobre». Fino a oggi, per le misure anticovid, era stato lasciato aperto solo il servizio d'asporto per i cibi.

Ultimo aggiornamento: 20:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA