Putin al funerale di Zhirinovsky con la valigia che attiva le armi nucleari? La foto che conferma la tesi choc

La Cheget è sorvegliata da un uomo armato 24 ore su 24 e il presidente è stato visto più volte in pubblico con la valigetta al seguito

Putin, la valigetta con i codici nucleari al funerale di Zhirinovsky: la foto che svela la paranoia dello zar
Putin, la valigetta con i codici nucleari al funerale di Zhirinovsky: la foto che svela la paranoia dello zar
3 Minuti di Lettura
Venerdì 8 Aprile 2022, 19:03 - Ultimo aggiornamento: 9 Aprile, 22:46

Per intravedere un briciolo di emozione sul volto di Vladimir Putin è servito un funerale. Quello del suo stretto alleato Zhirinovsky per l'esattezza, celebrato oggi a Mosca nella chiesa del Cristo Salvatore. Ma non è l'unica cosa che si è vista durante la messa. Dietro lo zar infatti è stato notato un agente di sicurezza, con in mano la Chaget, ossia la valigetta con i codici nucleari. Lo zar non se ne separa mai e ha sempre un uomo armato che la tiene sotto stretta sorveglianza, pronta all'uso. 

Strage a Kamarstork, 50 morti. Il giallo dei missili Torchka: «Li usano entrambi»

 

Le immagini arrivano sette settimane dopo che il leader ha messo in allerta le sue armi nucleari, dopo essersi scagliato contro la Nato per quelle che ha affermato essere sanzioni "aggressive". Farsi vedere in pubblico con la valigetta potrebbe essere un altro segnale all'Occidente, come gli altri che sono stati lanciati più o meno velatamente nel corso delle ultime settimane. Oppure un segnale della sua estrema paranoia, che continua a crescere giorno dopo giorno.

​Schindler's List, ricordate la bimba col cappottino rosso? Oggi ha 32 anni e aiuta i rifugiati ucraini

La parola nucleare è stata pronunciata più volte da lui, dal ministro degli Esteri Lavrov e dal consigliere Medvedev. Inoltre, la Russia ha aumentato la tensione lanciando un missile ipersonico "inarrestabile" e nel mediterraneo sono stati avvistati sottomarini atomici, che scortano le flotte navali schierate per mettere pressione all'alleanza.  

 

La borsa con i codici

La borsa, che ha un codice chiave personalizzato, è stata sviluppata all'inizio degli anni '80 ed è stata mostrata al mondo per la prima volta nel 2019 e analizzata in tv. Secondo i media locali, sebbene il caso sia spesso vista nelle mani di un agente al fianco di Putin, è solo una di tre. Le altre due sarebbe assegnate al ministro della Difesa Shoigu e al capo dell'esercito Gerasimov. Ciascuno è accessibile dai tre funzionari di grado più elevato della Federazione Russa. Gli osservatori affermano che l'aspetto più insolito della valigetta è che il pulsante di avvio sia in realtà bianco e non rosso come si pensa comunemente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA