Il pusher arrestato si rivela positivo al Covid: 15 carabinieri finiscono in quarantena

Il caso in provincia di Ferrara

Mercoledì 17 Novembre 2021
Il pusher arrestato è positivo, 15 carabinieri finiscono in quarantena

I carabinieri fermano un pusher, ma dopo l'arresto viene accertata la sua positività. Ed è così che 15 militari sono finiti direttamente in quarantena.

 

Leggi anche > Lockdown solo per i no-vax, l'Italia come l'Austria? Cresce il fronte delle Regioni: «Lo chiederemo al governo»

 

È accaduto a Pontelagoscuro, in provincia di Ferrara. Lo spacciatore, un 27enne nigeriano, era stato fermato dai carabinieri e aveva tentato di occultare la droga, ingerendo alcuni ovuli di cocaina. A quel punto, si è reso necessario il ricovero dell'uomo, che all'ospedale Sant'Anna era stato sottoposto come da prassi al tampone.

 

Come riporta La Nuova Ferrara, il referto del test molecolare è risultato positivo ed è così che la locale caserma dei carabinieri si è ritrovata con l'organico decimato. Tra coloro che avevano fermato il pusher, quelli che lo avevano accompagnato e piantonato in ospedale e quelli che avevano poi redatto i verbali, sono ben 15 i militari risultati a contatto con lo spacciatore. Inevitabili l'isolamento fiduciario e l'attività dell'Arma a mezzo servizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA