Acireale, spari in chiesa alla prima comunione: rischia la paralisi il carabiniere ferito da un colpo di pistola

Lunedì 6 Settembre 2021
E' grave il carabiniere ferito da un colpo di pistola, ieri sera, durante la celebrazione di una prima comunione ad Acireale.

Il vicebrigadiere dei carabinieri, Sebastiano Giovanni Grasso, di 43 anni, rimasto gravemente ferito ieri sera per sedare una rissa ad Acireale (Catania), rischia la paralisi. Dopo la rissa scoppiata durante la celebrazione della prima comunione a Santa Maria degli Ammalati, è stato arrestato per tentato omicidio l'uomo di 69 anni che ha estratto la pistola e ferito il sottufficiale fuori dal servizio. 

 

Leggi anche - Acireale, follia alla prima comunione: lite tra parenti, carabiniere ferito alla testa da un colpo di pistola. Un arresto

 

Operato nella notte all'ospedale Cannizzaro di Catania dall'equipe del dottor Salvatore Cicero dell'Unità Operativa Complessa di Neurochirurgia, le condizioni di Sebastiano sono gravi, ricoverato in prognosi riservata.

Ieri i militari sono intervenuti nei pressi della chiesa Santa Maria Ammalati di Acireale al termine della cerimonia delle comunioni per una rissa in corso tra una decina di persone. Il vicebrigadiere, che lavora alla stazione dei carabinieri di Aci Sant'Antonio, era libero dal servizio e presente per la cerimonia di comunione del proprio figlio: è intervenuto per aiutare i colleghi carabinieri. Ma all'improvviso, durante la lite, l'aggressore ha estratto la pistola ferendolo, ma i militari del radiomobile l'hanno subito disarmato. 

 

 

Ultimo aggiornamento: 10:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA