Prende a pugni un carabiniere e gli rompe il naso: condannato a 8 mesi. Il giorno dopo è già libero

Martedì 17 Novembre 2020
Prende a pugni un carabiniere e gli rompe il naso: condannato a 8 mesi. Il giorno dopo è già libero

Ha aggredito un carabiniere che gli aveva intimato di indossare la mascherina, lo ha preso a pugni e gli ha rotto il naso: un 21enne, subito condannato a 8 mesi di reclusione, ha avuto però la pena sospesa e il giorno dopo l'aggressione è già tornato in libertà. L'aggressione è avvenuta ieri a bordo di un treno della Cumana, linea ferroviaria che collega il centro di Napoli all'area flegrea.

 

Leggi anche > Marito e moglie muoiono di Covid a 4 giorni di distanza

 

Il 21enne, incensurato, è stato avvicinato dal maresciallo dei carabinieri che gli ha più volte intimato di indossare la mascherina: lui si è rifiutato e ha risposto con violenza prendendolo a pugni in faccia. Il carabiniere, ricoverato al Cardarelli, nei prossimi giorni sarà sottoposto a un intervento chirurgico disposto dai sanitari per rimediare alla rottura del setto nasale, causata dal violento pugno sferrato dal giovane durante la colluttazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA