Povia attacca il green pass: «Sta sulle palle a tutti, anche ai vaccinati»

Il cantautore difende i manifestanti di sabato scorso a Roma

Povia contro il green pass: «Sta sulle palle a tutti, anche ai vaccinati»
Povia contro il green pass: «Sta sulle palle a tutti, anche ai vaccinati»
2 Minuti di Lettura
Lunedì 11 Ottobre 2021, 15:17 - Ultimo aggiornamento: 16:48

Giuseppe Povia torna ad attaccare il green pass e difende i manifestanti di sabato scorso a Roma. Il cantautore, noto per le posizioni 'complottiste', ha spiegato: «Il green pass sta sulle palle a tutti, anche ai vaccinati».

Leggi anche > Assalto al pronto soccorso dell'Umberto I, il primario: «Ecco perché è scoppiato il caos. Mai vista una tale furia»

«In quella manifestazione, sabato a Roma in Piazza del Popolo, c'erano persone normalissime. Famiglie, persone disabili, lavoratori, persone pacifiche e non violente. Vaccinati e non. Perché il green pass sta sulle palle a tutti, parliamoci chiaro», ha spiegato Povia all'AdnKronos. 

Il cantautore, vincitore del Festival di Sanremo nel 2006, ha dichiarato: «A nessuno piace essere controllato, schedato, quando entra in un ristorante o al cinema». Povia ha poi rivelato: «Ci sarei dovuto essere anche io, ma avevo già dato la parola per essere presente ad un altro evento. Dovevo cantare delle canzoni, in cui racconto cosa penso di tutta la situazione. E dal palco avrei detto: 'Vediamo ora chi sono i 30, 40 pirla che fanno il casino!'. Alla prossima ci sarò senz'altro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA